ART Breaking NEWS

È iniziata la 49ª Fiera del Riso


 

La festa del risotto più amata in Italia

 

L’evento cominciato ieri, 16 settembre, terminerà l’11 ottobre

 

Sessanta ristoratori, cuochi da 8 diverse regioni d’Italia, 800 persone al lavoro tra stand, espositori ed organizzazione, 10 riserie: questa è la Fiera del Riso di Isola della Scala, in provincia di Verona, che ha aperto ieri sera le porte alla 49ª edizione dell’evento dedicato al riso e al risotto più amato e visitato in Italia.

All’inaugurazione erano presenti: l’Amministratore Unico di Isola della Scala, Luigi Mirandola; il sindaco di Isola della Scala, Giovanni Miozzi, l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Roberto Marcato; il presidente della Provincia di Verona, Antonio Pastorello; il prefetto di Verona, Salvatore Mulas; Augusto Chendi, sottosegretario del Pontificio consiglio degli operatori sanitari del Vaticano; i rappresentanti delle forze dell’ordine e diversi amministratori dei Comuni scaligeri.

Mirandola: “Per noi è stato un mercoledì di festa, perché abbiamo dato inizio ad un evento corale che richiede un anno di preparazione e vede collaborare centinaia e centinaia di persone, imprese, enti, istituzioni, associazioni. Dalla passione di tutti coloro che si danno da fare per realizzare la Fiera del Riso, nasce questa manifestazione che non ha eguali in Italia. Quando qualcuno, da lontano, ci fa visita si stupisce e si meraviglia. Dobbiamo esserne orgogliosi e dobbiamo essere consapevoli di quanto sia diventato importante questo evento, non solo per Isola della Scala e il suo risotto, ma anche per il riso e la cucina italiana”.

Miozzi: “Questa è la mia ultima edizione della Fiera del Riso da sindaco. In dieci anni ho visto la manifestazione raddoppiare le presenze. Tutto ciò anche grazie alle riserie, alle associazioni di volontariato, a chi ha amministrato l’Ente Fiera. La sfida di oggi è l’internazionalizzazione della Fiera, chiudendo accordi con partner esteri. Altrimenti nuove normative potrebbero obbligare l’evento a passare in mano ai privati, con il rischio di perdere, ad esempio, il coinvolgimento attivo di tante nostre associazioni. Un grazie, infine, a Massimo Brugnettini, che da sindaco di Isola della Scala ha capito le potenzialità della Fiera e ha dato il via alla sua crescita”.  

Già da oggi si comincerà a celebrare il riso Nano Vialone Veronese Igp – oltre che negli stand al lavoro da ieri - con il primo dei nove concorsi in programma: il Risotto d’Oro dell’Igp, che accenderà i fornelli alle 20,30 nel ristorante allestito in Fiera. Durante la serata inoltre verrà consegnato il premio Miglior Risaia, per l’appezzamento di riso più bello della stagione.

Domani tocca al Palio del Risotto, il sentitissimo concorso che vedrà sfidarsi le 5 contrade isolane a “colpi” di mestoli e paioli. Le pro loco veronesi saranno invece ai fornelli sabato sera. Mentre domenica, alle 12.45, tutte e 7 le province venete saranno rappresentate al V Risotto del Sommelier, che vedrà sfidarsi gli abili intenditori di vino dell’Ais e chef da Verona, Vicenza, Padova, Rovigo, Venezia, Treviso e Belluno.

 

Proprio con i sommelier continua quest’anno la collaborazione per abbinare, in tanti eventi, vino e risotti. E da questa edizione prende il via inoltre un sodalizio tra la Fiera e l’Associazione Cuochi Scaligeri, impegnati – a partire dall’inaugurazione di ieri sera – per ben 4 eventi a tema. Uno di questi consacrerà il “matrimonio” appena celebrato tra risotto, riso veronese e olio veneto Dop. Un accordo che punta a promuovere assieme oro bianco e oro giallo dell’agricoltura veneta. La Fiera del Riso così diventa, oltre che per l’olio, ambasciatrice di tantissimi prodotti scaligeri: Amarone, Valpolicella, Recioto, radicchio, Monte Veronese, pesche di Verona, sono solo alcune delle eccellenze locali che si ritroveranno nei piatti o nei bicchieri di questa 49ª edizione dell’evento che, lo scorso anno, si è chiuso con 380mila risotti serviti.