ART Breaking NEWS

Bologna / Chievo 4-1


Brutto capitombolo del Chievo che subisce una dura sconfitta al Dall’Ara con il Bologna. Perdurando i problemi per molti giocatori, oltre all’assenza di Meggiorini, colpito dal grande lutto per la scomparsa della mamma, Maran schiera Frey e Cacciatore sugli esterni confermando sia i due centrali Spolli e Cesar sia il resto della squadra sia aveva maramaldeggiato con l’Empoli. La partenza è dei clivensi che si dimostrano molto più reattivi e pronti degli avversari. Un gran tiro dalla distanza di Radovanovic è miracolosamente deviato in angolo dal portiere. Dopo il ventesimo il Bologna comincia a riprendersi e schiaccia il Chievo nella propria metà campo che fatica a ripartire. I felsinei hanno un’ottima occasione con Dzemaili che, da due passi, mette incredibilmente alto. Intorno al quarantesimo, Pellissier riesce ad appoggiare a Inglese che si gira e apre a Castro che, sul filo del fuori gioco, beffa con un tocco morbido il portiere. La ripresa vede subito il Bologna buttarsi in avanti e Destro, con il sinistro, spreca da sotto misura cosa che non fa, al quindicesimo, Verdi che, su un traversone che arriva dal fondo, fulmina Sorrentino. Passa una decina di minuti e i felsinei raddoppiano. Fuga sulla destra di Di Francesco che traversa verso il secondo palo dove Dzeimaili s’infila fra Frey e Spolli e batte Sorrentino. Maran, che aveva appena sostituito un opaco Pellissier, con Izco decide di far uscire, prima, Hetemay per De Guzman e infine Frey con Kiyine. Il Chievo cerca il pareggio e si scopre pericolosamente. Al novantesimo Verdi ruba palla a Birsa,  all’altezza del centro campo, e scatta verso la porta affiancato da Dzeimaili che riceve il pallone al limite dell’area e, fatti due passi, batte imparabilmente Sorrentino. In pieno recupero Maietta si ricorda delle memorabili cavalcate fatte con l’Hellas e s’invola sulla sinistra, arrivato in area, appoggia a Di Francesco che da pochi bassi chiude la gara. Il Chievo, nonostante la sconfitta blinda l’undicesimo posto a trentotto punti. Adesso la sosta per le nazionali permetterà a Maran di recuperare tutti gli infortunati e prepararsi per lo scontro con il Crotone il due aprile.