ART Breaking NEWS

Capitan Poli racconta il suo anno a San Giovanni Lupatoto


E’ un anno da ricordare per Alessandro Poli, il capitano del San Giovanni Lupatoto, che quest’anno è tornato in Prima Categoria, vincendo il girone C di Seconda Categoria.

Ha militato per ben sette stagioni nelle file della realtà bianco-rossa e in questa stagione è stato determinante con le sue reti, ben ventitre e molte di queste, decisive nel risultato finale.

Ecco le sue parole:
“Dopo la sfortunata stagione scorsa, dove siamo retrocessi nella gara play out contro il Concordia, quest’anno abbiamo avuto diverse soddisfazioni.  Siamo stati in pratica in testa dall’inizio alla fine e abbiamo sfiorato pure la vittoria del titolo regionale, dove ci siamo arresi solo ai rigori nella finalissima contro la veneziana Maerne. Personalmente, quest’anno ho avuto più continuità di rendimento: in passato ho avuto due seri infortuni, come la rottura del crociato”.

Continua capitan Poli:
“Tra le reti che ho segnato, per me è stata significativa quella segnata su punizione al BorgoPrimomaggio, che ci ha permesso poi l’allungo decisivo nella vittoria finale. Ho avuto diversi allenatori ed è difficile per me dire chi ricordo volentieri, anche perché per noi ci sono stati campionati anche molto sofferti. L’allenatore che ad ogni modo voglio citare è Massimiliano Canovo, che quest’anno ha contribuito alla promozione in Lega Pro della Virtus Vecomp. Ho già deciso che anche l’anno prossimo non me ne andrò da San Giovanni Lupatoto: resterà anche il mister Tiziano Salvagno come la maggior parte dei miei compagni”.

Intanto c’è un pizzico di San Giovanni Lupatoto per alcuni che quest’anno hanno trionfato in altre squadre: mister Marzio Menegotti, i giocatori Matteo Cinquetti e Marco Romanini nel Concordia, Jerry Ambrosi nell’Asparetto.
 
Stefano Paganetto

lupa.jpg