ART Breaking NEWS

CATANIA / HELLAS VERONA 0-0


L’Hellas Verona torna con un meritato punto dal Massimino contro la disperata squadra etnea. Mandorlini è costretto a rinunciare al sempre presente Jorginho, fermato dall’influenza, e a Gonzalez, per problemi muscolari, oltre allo squalificato Jankovic. Rientra Cacciatore mentre Donati assume la regia con Romulo e Hallfredsson ai suoi fianchi. Il Catania parte forte mettendo in difficoltà la difesa scaligera che ha però un Rafael in serata di grazia. La prima parte della gara è dei siciliani che però non riescono a sfondare, anche se l’azione più bella, verso la fine del tempo, è del Verona. La imposta Gomez che scambia con Toni che gli restituisce la palla di tacco quindi Juanito apre per Romulo ma c’è fuori gioco. Nella ripresa continua la pressione catanese ma il Verona esce e crea una grande palla goal. S’invola sulla destra Juturbe, dopo uno scambio con Romulo, crossa per Hallfredsson il cui violentissimo, tiro di sinistro, sfiora la traversa. Mandorlini fa uscire Gomez per Donadel e sposta Iturbe a sinistra con Romulo a destra. Poco dopo la mezzora s’infortuna Moras sostituito da Marquez quindi esce Donati per Laner. Nell’ultimo quarto d’ora l’Hellas cerca e sfiora la vittoria. Due volte Iturbe brucia il suo diretto avversario la prima tira, sfiorando il palo, e non servendo Toni libero al centro, la seconda s’allunga troppo la palla permettendo al portiere di mettere in corner con Romulo solissimo davanti alla porta sguarnita. All’ultimo minuto di recupero, su angolo di Romulo, la girata di Cacciatore è respinta sulla linea di porta da un difensore. Ventisei punti, secondo pareggio in trasferta, e terza gara senza subire reti.