ART Breaking NEWS

Chievo / Atalanta 1-1


Si conclude, con un pareggio, l’ultima fatica del Chievo al Bentegodi contro l’Atalanta. Maran schiera virtualmente la  formazione tipo con unica assenza quella dell’infortunato Hetemay per Birsa. L’inizio della gara è soporifero e le due squadre sembrano non avere molta voglia di giocare, anche se gli orobici sono leggermente più in palla dei padroni di casa. Al quarto d’ora Schelotto, ex della partita, spara un gran tiro, dalla distanza, ma Sportiello para. Cinque minuti dopo una pericolosa punizione di Del Grosso che impegna Bizzarri. Grosso rischio alla mezzora. Gomez, al termine di una pregevole serpentina, colpisce l’incrocio dei pali. Subito dopo una bordata di Zappacosta è deviata un po’ maldestramente dal portiere, ma, fortunatamente, c’è Cesar che anticipa Boakye. Poco prima dell’intervallo il portiere si riscatta respingendo un tiro da distanza ravvicinata di Moralez. Alla ripresa del gioco Reja lascia negli spogliatoi un opaco Boakje per il giovane Rossetti e, la sua squadra passa immediatamente in vantaggio grazie anche a un gentile regalo di Zukanovic che invece di liberare consegna la palla a Papo Gomez che entra in area e fulmina Bizzarri. Lo schiaffo subito sveglia il Chievo che comincia a pressare chiudendo i neroazzurri nella loro metà campo. Maran richiama Zukanovic per Botta e porta Frey a sinistra spostando, come esterno basso, Schelotto. Intorno al decimo due ghiotte occasioni per il pareggio. La prima con un violentissimo tiro di sinistro di Birsa che sfiora il palo la seconda, al termine di una spettacolare combinazione con Meggiorini, Paloschi che si gira, ma il portiere è pronto a deviare. Radovanovic accusa problemi muscolari ed è rilevato da Cofie. Al quarto d’ora proprio il ghanese serve una bella palla a Paloschi che l’appoggia a Meggiorini su cui frana un difensore, il rigore sembra solare ma, l’arbitro fa cenno di continuare. Maran lancia capitan Pellissier per Birsa. L’assalto dei clivensi si fa più intenso e Sportiello è bravo a contenere i tiri degli attaccanti. Al quarantaduesimo un traversone di Schelotto è deviato miracolosamente, sfiorando l’autorete, da Benalouane. Sull’angolo c’è una spizzata di Paloschi per Pellissier che abbassandosi appoggia di testa in rete. All’ultimo minuto, su bel traversone di Meggiorini, il colpo di testa di Paloschi sfiora la traversa. Termina quindi la stagione casalinga per il Chievo che può festeggiare i quarantatré punti frutto di dieci vittorie e tredici pareggi. Sette le reti messe a segno, fino a questo momento, da Sergio Pellissier. Straordinario il percorso di Rolando Maran che, chiamato a ottobre, con la squadra agli ultimi posti della classifica è riuscito a raddrizzare la barca e portarla tranquillamente e serenamente in porto.