ART Breaking NEWS

Chievo / Carpi 1-0


Nuova meritata vittoria del Chievo che, al Bentegodi, punisce un rinunciatario Carpi. Maran conferma, per nove undicesimi, la formazione che aveva sconfitto nettamente il Palermo nell’ultima giornata. In difesa rientra il lungodegente Gamberini per l’ex Spolli mentre, a centrocampo, scontata la squalifica, si riprende il posto Hetemay per Rigoni. Partenza a razzo dei clivensi che, dopo appena quaranta secondi, sfiorano il goal con una bella girata di Meggiorini. Insistono gli uomini di Maran e, per una ventina di minuti, si sistemano stabilmente nella metà campo avversaria. Due interventi quasi consecutivi costano il giallo a Suagher, centrale del Carpi, e a Radovanovic. Alla mezzora un bel traversone di Gobbi è girato di testa da Meggiorini con Belec che compie un gran intervento per mettere in angolo. Poco prima del riposo anche Meggiorini, per un eccesso di generosità, si becca il giallo. La ripresa vede subito in campo l’ex Inglese per l’inconsistente Floro Flores. Il Chievo sembra molto più deciso e pressa in continuazione sfiorando ripetutamente la marcatura che non arriva un po’ per l’imprecisione di Castro e per due autentici miracoli, in successione, di Belec, prima sullo stesso Castro poi, anticipando il facile tap in, di Birsa. Le mischie in area emiliana si susseguono ma la palla non finisce in rete. Poco dopo la mezzora Birsa, leggermente acciaccato, lascia il posto a Pellissier e, il capitano, dopo meno di cinque minuti, colpisce. Angolo di Radovanovic, ponte di Gamberini e con la rapacità che lo contraddistingue, nonostante le 37 primavere, trova la rete. Maran richiama lo straordinario Meggiorini per Rigoni. Il Carpi, visto naufragare il progetto di pareggio, si butta all’arrembaggio ma trova due muraglie invalicabili: Cesar, a centro area, e Bizzarri, autore di due super parate nei minuti di recupero. La terza vittoria consecutiva, record stagionale, porta il Chievo, con quarantaquattro punti, all’ottavo posto in classifica che premiano, fino a questo momento, la sua straordinaria stagione.