ART Breaking NEWS

Chievo / Milan 0-0


Il Chievo conquista un meritato pareggio, al Bentegodi, con il Milan. Maran sceglie, in difesa, Cacciatore e Gobbi, come esterni, lancia, dal primo minuto, Hetemay, a centrocampo, mentre Meggiorini e Floro Flores operano come punte. La partenza è dei clivensi che aggrediscono il Milan costringendolo nella propria metà campo. Poco prima del ventesimo scontro Cacciatore Donnarumma che ha la peggio ed è costretto a uscire sostituito da Abbiati mentre il terzino gioca con un vistoso turbante. Abbiati subito protagonista e, fra il ventesimo e la mezzora, salva la propria squadra prima su un pericoloso tiro di Floro Flores poi deviando, con la punta del piede, un tiro a colpo sicuro di Meggiorini. Prima della fine del tempo Dainelli è ammonito e, essendo in diffida, salterà la trasferta con la Samp. La ripresa vede i rossoneri più aggressivi ma la difesa regge con tranquillità e le ripartenze mettono sempre in ansia il Milan. Al quarto d’ora perfetto traversone di Gobbi per Meggiorini che, di testa, costringe Abbiati alla parata in due tempi. Poco prima del ventesimo Floro Flores lascia il posto a Pellissier. Subito dopo grande contropiede iniziato da Meggiorini per Birsa che apre per Cacciatore che spara alto. Maran richiama Birsa, come sempre molto ordinato, per Pepe. Alla mezzora il momento di maggior suspense della gara quando il Milan colpisce nello spazio di pochi secondi due pali. Prima Abate, favorito da un errato rinvio della difesa, batte dal limite dell’area piccola ma la palla, toccata da Bizzarri, colpisce il palo sulla ribattuta girata di Bertolacci che centra la traversa. Esce un applauditissimo Meggiorini per Mpoku che conquista, proprio al novantesimo una punizione dal limite. La batte Pepe e Cacciatore insacca di testa ma, la bandierina del collaboratore dell’arbitro, si alza per segnalare il fuorigioco del terzino. Termina con un pareggio una bella partita, vibrante e ricca di agonismo che il Chievo, ai punti, avrebbe meritato di vincere ma, i soliti difetti in zona goal, lo penalizzano. Trentacinque punti, a nove giornate dalla fine, sono un ottimo bottino per la squadra del presidente Campedelli che può già festeggiare l’ennesimo miracolo della sua formazione.