ART Breaking NEWS

Chievo / Napoli 0-1


Un buon Chievo esce sconfitto al Bentegodi con il Napoli. Maran sceglie Cacciatore come terzino destro mentre, a centrocampo, Pepe e Pinzi sono preferiti a Hetemay, non al meglio fisicamente, e Birsa. Il Napoli parte subito alla grande mettendo in difficoltà la squadra di Maran che però, poco prima del decimo, ha un’occasione clamorosa. Pepe recupera palla, sulla propria trequarti, lancia alla perfezione Castro che prende d’infilata la difesa si presenta in area e, sull’uscita di Reina, ha un’indecisione fra il tiro e il passaggio a Paloschi, il pallone scavalca il portiere ma non è raggiunto dall’attaccante del Chievo ed esce beffardamente a fil di palo. Al ventesimo un nuovo lancio di Pepe per Paloschi è respinto, fuori dall’area, da Reina di testa. Subito dopo Hansik appoggia a Higuain il cui tiro, cadendo, è deviato sul palo da Bizzarri. Alla mezzora Pinzi perde malamente palla recuperata dal Pepita che dai venti metri scaglia un autentico missile che colpisce la base del palo, attraversa tutto lo specchio della porta per uscire dalla parte opposta. Prima del riposo Pinzi serve un bel pallone a Pepe che, dalla sinistra, con un tiro a giro sfiora il palo. La ripresa si apre con l’ammonizione del generosissimo Meggiorini. Al decimo Insigne, dopo un dai e vai con Higuain, costringe Bizzarri a una grande parata. Al quarto d’ora un traversone dalla fascia sinistra raggiunge, a centro area, Higuain che con una perfetta girata di sinistro batte Bizzarri. Maran non demorde e lancia forze fresche, escono Pinzi per Birsa, Pepe per Pellissier e Paloschi per Inglese. Il Napoli cerca di gestire il vantaggio ma il Chievo lo costringe sulla difensiva. Dopo un bel tiro, troppo centrale, di Meggiorini c’è una rovesciata di Inglese che sfiora la traversa quindi l’espulsione di Maran, da parte del mediocre arbitro Massa, per proteste per un mani in area di Higuan non rilevato. Non riesce al Chievo fermare il lanciatissimo Napoli ma la gara può considerarsi sicurante positiva. Mercoledì sera, trasferta a S. Siro contro un non trascendentale Milan.