ART Breaking NEWS

Chievo / Napoli 1-2


 Terza sconfitta consecutiva del Chievo che, al Bentegodi, soccombe, ingiustamente al Napoli.  Maran s’affida al tradizionale 4-4-2 con Schelotto, per l’infortunato Frey, e Zukanovic sulle fasce, Gamberini e Cesar, centrali, mentre, a centrocampo, Birsa, Izco, Radovanovic e Hetemay, e, in avanti, capitan Pellissier con Paloschi. La partenza dei clivensi è tambureggiante prima un millimetrico lancio di Birsa per Pellissier che è anticipato da un’uscita spericolata di Rafael quindi un traversone di Zukanovic è deviato da Pellissier ma, Paloschi, a pochi centimetri dalla linea, non riesce nella deviazione. Poco prima del ventesimo, in modo inaspettato, il Napoli passa. Lungo lancio di Higuain per Gabbiadini, scattato sul filo del fuori gioco, Bizzarri esce dalla propria area e riesce ad anticipare l’avversario ma, sfortunatamente, il pallone colpisce al volto Cesar e rotola in rete.  Passano pochi minuti e, in modo altrettanto rocambolesco, il Chievo pareggia. Dalla sinistra crossa Hetemay, Rafael esce in modo scoordinato, tocca il pallone che finisce addosso a Britos e quindi in rete.  Alla mezzora scivola Cesar e Higuain ha l’opportunità di segnare ma spara alto. Prima della fine del tempo due ottimi traversoni di Schelotto non sono finalizzati da Paloschi che non inquadra la porta. La ripresa vede subito protagonista Bizzarri che salva miracolosamente su Gabbiadini quindi due incredibili opportunità per i clivensi prima Zukanovic, servito da Paloschi, dopo un’irresistibile azione di Hetemay, s’impappina, a un metro dalla porta, quindi lo stesso Paloschi non arriva a deviare un cross di Pellissier. Al quarto d’ora Maran richiama Birsa per Botta e, un minuto dopo, il Napoli passa. Strinic serve Gabbiadini che si gira, beffando Cesar, e batte Bizzarri. Alla mezzora Paloschi lascia il posto a Meggiorini che si presenta subito con una staffilata di sinistro che finisce sull’esterno della rete. Il Chievo si getta in avanti e si espone ai contropiedi degli azzurri che non concretizzano, con Higuain, grazie all’intervento alla disperata di Zukanovic. A dieci dalla fine Maran, che subito dopo sarà espulso, richiama Cesar per il debutto di Christiansen ma, purtroppo, il risultato non cambia. Straordinaria prestazione di Schelotto, insufficiente Cesar. Tre buone partite giocate dal Chievo, contro formazioni di alta classifica, ma, zero punti. Adesso, da Parma, deve ripartire la rincorsa verso la salvezza.