CHIEVO / UDINESE 2-1


Il Chievo trova il primo successo dell’anno battendo la bestia nera Udinese. Sannino lancia dal primo minuto Bernardini, che mette al centro della difesa, con  Frey  a destra mentre preferisce capitan Pellissier, a far coppia con Paloschi, in avanti. Pronti via e i friulani sono in vantaggio. Ingenuità di Cesar, ne approfitta Maicosuel che batte Puggioni. I clivensi si buttano in avanti sfiorando ripetutamente il pareggio che arriva, poco prima del quarto d’ora, con Pellissier bravissimo a finalizzare, con un diagonale chirurgico, un lancio in profondità di Frey. Una squadra sola in campo, il Chievo, che ha più volte l’occasione del raddoppio ma, l’imprecisione dei attaccanti e  alcune grandi parate di Kelava,  lo impediscono. Al quarantesimo Rigoni con un pallonetto beffardo, aiutato anche da una deviazione di Danilo, supera un incolpevole Kelava. Nella ripresa Guidolin getta nella mischia Totò Di Natale ma la retroguardia del Chievo resiste. Sannino fa entrare Hetemay, Théréau e, infine, il riabilitato Bentivoglio che difendono l’importante risultato e i tre utilissimi punti.