ART Breaking NEWS

Commenti Seconda Categoria dopo gare 12 Gennaio 2014


SECONDA CATEGORIA GIRONE A

Pastrengo, sconfitta indolore

Vincono Real Lugagnano e Peschiera

L’inizio del ritorno segna la prima sconfitta stagionale del Pastrengo 2006, con i ragazzi di Paolo Brentegani che si devono arrendere al Custoza, che fa sua la gara con una rete di Scotto. Ad ogni modo è una sconfitta indolore per la capolista, anche perché restano intatti i punti di vantaggio sulla seconda, ossia il Pedemonte di Zantedeschi, che crolla sul campo della Negrarese, che s’impone con tre reti e tra i marcatori si esalta Bastos, autore di una doppietta. Si avvicinano al duo di testa Real Lugagnano e Peschiera, che vincono, rispettivamente in trasferta contro l’Alpo Lepanto e in casa contro il Sant’Anna d’Alfaedo; poker per l’Alpo Club 98 a Malcesine, doppietta per Meggiorini, e la squadra di Faettini aggancia al quinto posto il Caselle, battuto dal Gargagnago, che fa sua la gara con una rete di Galvani.  Il Cavaion sfrutta a dovere il turno casalingo e supera il Pizzoletta , lasciando quest’ultima invischiata nella zona play out; il Bure Corrubbio, in vantaggio di due reti con Andreis e Tommasi, si fa rimontare dal Lazise che pareggia grazie a una doppietta di Ronzetti e porta a casa un punto prezioso, pur restando ancora ultimo in classifica.

SECONDA CATEGORIA GIRONE B

Olimpica Dossobuono continua marcia trionfale

Real Grezzana Lugo Valpantena, sesta vittoria consecutiva

L’Olimpica Dossobuono di mister Bozzini continua la sua marcia trionfale e anche il Cà degli Oppi si deve inchinare alla capolista che s’impone con tre reti firmate Banterla, Birolli e Guadagnini. Dietro i giallo-rossi, si porta il Real Grezzana Lugo Valpantena, che supera tre a due il Montorio Calcio, prima sconfitta per Turozzi sulla panchina dei castellani, e conferma lo splendido momento: per i ragazzi allenati da De Santis è la sesta vittoria consecutiva: tra i marcatori in evidenzia Obogeanu, che segna una doppietta, dall’altra parte non basta il solito Fiorentini e Ala. Nei quartieri alti della classifica, sorride il Real Vigasio, che con una rete di Rondelli piega la resistenza dl Mozzecane e scavalca il Boys Buttapedra, che esce sconfitto dal campo del Crazy Colombo, anche se i ragazzi di Novali devono ancora recuperare gara contro il Real San Massimo 2000. Vittorie casalinghe per Cadore, Corbiolo e Nuova Cometa S. Maria, che s’impongono contro Atletico Vigasio 2008, Juventina Valpantena e Quinto; il Real San Massimo centra il colpaccio contro il fanalino di coda Bnc Noi e tra i marcatori della squadra di Pierno, non si smentisce Imperatrice, nono gol per lui.

SECONDA CATEGORIA GIRONE C

Croz Zai non delude

Vincono Parona, Valdalpone e Tregnago

Il Croz Zai non delude nella prima di ritorno e per la capolista arrivano i tre punti sul campo del Team San Lorenzo, grazie alle reti di Talamioli e Pozzani. Le immediate inseguitrici mantengono il passo: il Parona supera il Borgo Primomaggio grazie a una rete di bomber Nyamekeh; il Valdalpone batte due a zero il Pescantina Settimo con il solito Djukaric e il raddoppio firmato da Costa, mentre il Tregnago cala il tris sul campo del Primavera 99 e aggancia al quarto posto il Locara, che si accontenta di un punto contro il Valtramigna Cazzano: Cisse illude la squadra di Gianesello, ci pensa Gianello a mettere le cose a posto. Il giro di boa parte bene pure per la Polisportiva Borgo San Pancrazio, che centra la seconda vittoria stagionale: due a uno all’Ares Calcio Verona e ora divide l’ultimo posto con il Primavera 99; allo Sporting Badia Calavena basta una rete di Mantovani per avere la meglio sul Borgo Scaligero Soave e rimanere fuori dalla zona play out. Finisce in parità con due reti a testa la sfida San Marco B.M. e Colognola ai Colli: ci pensa bomber Montanari a segnare la rete del pareggio per la squadra del presidente Tregnaghi, dopo la reazione dei ragazzi di Battocchio, che andati sotto con una rete in avvio di Maccini, avevano ribaltato il risultato con una doppietta di Cassinelli.

SECONDA CATEGORIA GIRONE D

Venera batte Sanguinetto

Casaleone non molla

Il ritorno parte bene per il Venera, che nel derby supera l’ostacolo Sanguinetto e mantiene la testa della classifica: per i ragazzi di Bertozzo è un fantastico tris firmato De Carli, Devis Parolin e Rossignoli. Dietro il Venera, non molla il Casaleone: i leoni della bassa rifilano tre reti al Minerbe e tra i marcatori segna una doppietta Pasquali. Nei quartieri alti della classifica, stop del Vigo che cade nella tana del Gips Salizzole, che si conferma ammazza grandi: la squadra di De Lauri nell’andata aveva già battuto Venera e Castelbaldo Masi. Finisce in parità uno a uno tra Castelbaldo Masi e Bovolone: ancora una volta è Carollo a salvare la squadra di Donadello; poker della Napoleonica all’Aries Castagnaro Menà e tra i marcatori, è tripletta per bomber Mirko Cengia. Domenica da incorniciare per Porto Legnago e Bonavigo, entrambi vittoriose in trasferta: la squadra di Gustavo Passera rifila cinque reti all’Aurora 2009, mentre Monastero e compagni vincono in rimonta contro il Concamarise. L’Atletico San Vito sfrutta a dovere il fattore campo e piega l’Albaredo Calcio, grazie alle reti di Mercati e Cantiero; inutile la rete di Bassirou, che aveva dato il provvisorio pareggio ai ragazzi allenati da Burato.

SECONDA CATEGORIA GIRONE M

Pareggi per Football Club Roncà e Cologna Veneta

Il giro di boa non parte male per le veronesi inserite nel girone M di Seconda Categoria, con entrambi che escono con un buon punto dalle rispettive trasferte. Il Football Club Roncà pareggia due a due sul campo dell’Elettrosonor Gambellara: ai ragazzi di Lazzari non basta una doppietta di Elia e vengono ripresi dalla squadra vicentina, che per prima era passata in vantaggio. Il Cologna Veneta pareggia uno a uno contro il Redentore: Chioetto illude la squadra di Laperni, la squadra padovana raddrizza la gara e il risultato resterà così fino alla fine. In classifica il Football Club Roncà sale ventinove punti e mantiene il quarto posto, mentre il Cologna Veneta si porta a venti, ad ogni modo lontano dalla zona play out.