ART Breaking NEWS

In coppa disattenzioni che costano care a Cerea, Garda e Sona M. Mazza


Le gare di coppa hanno un'importanza relativa ma vedere la gioia della vittoria infranta dal giudice sportivo per una dimenticanza può lasciare tanto amaro in bocca soprattutto per una qualificazione buttata al vento.

E' il caso del Cerea che nella prima gara di Coppa Italia contro il Caldiero Terme ha schierato Alex Montagnani che doveva scontare un turno di squalifica quando militava nel Lia PIave. La società granata, che sul campo aveva vinto 2-0 si vede così togliere i tre punti e incassa il 3-0 a tavolino: oltre al danno la beffa, perché così avanzano al turno successivo di Coppa proprio i termali di mister Piuzzi che balzano al primo posto della classifica con 6 punti con sette reti realizzate e con la propria porta che diventa così inviolata.

Non è solo il Cerea a masticare amaro; in Promozione sono ben due le gare che sono state ribaltate dal giudice sportivo: ne sa qualcosa il Garda che ha impiegato nella gara vinta 7-3 contro il Grezzana Pereira Cesar che era ancora privo di tesseramento; poi c'è il Sona M. Mazza che ha battuto 2-0 il Lugagnano ma ha schierato Alessandro Cottini, che doveva scontare la squalifica dello scorso anno quando militava nell'Ambrosiana.

Così cambiano le classifiche dei due gironi di Coppa Veneto: nel girone 1 la classifica vede tutte a pari merito con 3 punti: Valgatara (1-1), Union Grezzana (3-4), Garda (2-3) e Montebaldina Consolini (1-2); nel girone 3 il Lugagnano prende il comando con 6 (5-1), seguito dall'Olimpica Dossobuono con 4 (2-1), poi Povegliano 1 (2-3) e chiude il Sona M. Mazza con 0 (0-4).

In Prima Categoria la disattenzione è del Parona che nella gara persa 2-1 contro il Concordia ha impiegato Nyamekeh che doveva scontare la squalifica dell'anno scorso; la formazione di Nicola Chieppe si vede così attribuire il 3-0 a tavolino e ora le reti realizzate diventano quattro, mentre la propria porta diventa inviolata; il Parona invece ha due reti realizzate e sette incassate.

Domenica inizia il campionato ed errori non sono più permessi; i segretari dovranno stare ben attenti per evitare spiacevoli sorprese, soprattutto dopo un risultato positivo poi cancellato dal giudice sportivo.