ART Breaking NEWS

Dalla Serie D alla Seconda Categoria: quello che è successo domenica 06 marzo


Sono ripartiti i campionati dilettantistici, finalmente si è tornato a giocare dopo la sospensione di domenica scorsa, anche in Eccellenza, Promozione e Prima Categoria.

In Serie D sono arrivati tutti i risultati possibili per le nostre formazioni veronesi: il Villafranca ha ritrovato il gusto della vittoria che mancava da tanto tempo; la Virtus Vecomp ha sofferto, ma alla fine è riuscita a ottenere un punto contro il Fontanafredda, mentre il Legnago incassa una sconfitta amara, la seconda in pochi giorni, anche se davanti ha avuto formazioni di tutto rispetto come Altovicentino e Forlì.

In Eccellenza la testa della classifica parla ancora rodigina: delle nostre veronesi, fa festa il Caldiero Terme che ora insegue da vicino l'Adriese. Nelle sfide tutte veronesi, il Bardolino vince a Cerea, mentre si dividono la posta Oppeano e Vigasio, con quest'ultima che si allontana un pochino dalla capolista. Giornata da dimenticare per il San Martino Speme; arriva un brodino per Ambrosiana e Team Santa Lucia Golosine.

In Promozione il Lugagnano ritrova vittoria e testa della classifica; tre punti pure per il Garda, che si conferma in salute, mentre in coda sorprende il colpaccio della Pro San Bonifacio contro il San Zeno. Sorride il Sona M. Mazza contro la Provese. Quanti rimpianti per Aurora Cavalponica, Zevio, Union Grezzana e Alba Borgo Roma; fanno festa Belfiorese, Cadidavid, Nogara e Valgatara, che portano via un punto prezioso.

In Prima Categoria nel girone A la Montebaldina Consolini perde contro il Valpolicella, ma la sconfitta è indolore; cade pure la Scaligera 2003, che si illude prima di uscire sconfitta dalla trasferta contro il Povegliano. La ripresa del campionato fa male pure a Concordia e Pastrengo, ma dall'altra parte alte sono le motivazioni di Pedemonte e Real GrezzanaLugo Valpantena. Il Castelnuovo Sandrà vince e crede ancora ai play off, con la sconfitta il Castel d'Azzano si avvicina al baratro. Brillano Peschiera e Quaderni, si arrendono Calcio Bussolengo e Parona.

Nel girone B il San Giovanni Lupatoto detta legge pure contro l'Audace; il Valdalpone Roncà tiene il passo e annienta il Tregnago, mentre l'Albaronco crolla nella tana del Casaleone. Nella zona play off, resta in lizza pure l'Isola Rizza, che inguaia così il Raldon. Il Bevilacqua vince contro la Sambonifacese e si avvicina alla salvezza; il cambio di panchina fa bene al SanguinettoVenera che espugna Lonigo. Punto da non buttare per il Croz Zai, che esce indenne dalla tana del Real San Zeno; domenica da dimenticare per il Cologna Veneta, che perde a Sossano.   

In Seconda Categoria è fuga per l'Arbizzano nel girone B, che batte nello scontro diretto la Juventina Valpantena e allunga a più otto lunghezze il vantaggio nei confronti di quest'ultima.

Nel girone C il San Giovanni Ilarione crolla e viene agganciato in vetta dal Valtramigna Cazzano: tutto torna così in discussione tra le eterni rivali di questo raggruppamento.

Nel girone A non cambia nulla: il Caselle vince e resta in testa, inseguito dal Pescantina Settimo che non molla; nel girone D resiste il Boys Buttapedra, che centra il colpaccio contro il Pozzo e subito dietro non perde colpi nemmeno l'Atletico San Vito.