ART Breaking NEWS

E' successo dalla Serie D alla Prima Categoria dopo gare 04 Dicembre


SERIE D

Vigasio vince, Virtus Vecomp pareggia e Legnago ko

La tredicesima giornata di campionato in Serie D regala tutti i risultati possibili per le nostre formazioni veronesi, tutte impegnate in trasferta. Il Vigasio di Vincenzo Cogliandro si regala una domenica da protagonista e vince contro l'Ital Lenti Belluno: tre punti fondamentali in chiave salvezza. La Virtus Vecomp strappa il pari dal campo dell'Union Arzignano Chiampo con la gara che termina senza reti: i rossoblù di Gigi Fresco occupano ora il quinto posto in classifica. Niente da fare per il Legnago di Andrea Orecchia che esce sconfitto nella gara contro la Vigontina San Paolo dopo aver rimontato due volte la squadra padovana. Nell'incontro di cartello della giornata, il Mestre batte la Triestina e allunga in testa alla classifica; il Campodarsego segna quattro reti all'Altovicentino e si insidia al secondo posto. La Serie D tornerà questo giovedì 8 dicembre: il Vigasio giocherà in trasferta contro la capolista Mestre; il Legnago Salus tornerà in casa e al Sandrini arriverà l'Este; sfida davanti al proprio pubblico anche per la Virtus Vecomp che affronterà il Tamai.     

ECCELLENZA

Ambrosiana, vittoria in extremis; Villafranca, continua momento no

Un gol nei minuti di recupero permette all'Ambrosiana di vincere il derby contro il Team Santa Lucia Golosine e così i rossoneri di Tommaso Chiecchi conservano il primo posto quando mancano due giornate alla fine del girone d'andata. Nelle altre sfide tutte veronesi, la Belfiorese batte il Cerea e per Mario Vittadello arriva il primo dispiacere dopo due vittorie consecutive; si dividono la posta Oppeano e Bardolino con i rimpianti maggiori che vanno ai lacustri di Giuseppe Brentegani che buttano alle ortiche due reti di vantaggio anche se confermano la striscia positiva lontani dalle mura amiche. Il Caldiero Terme recita la voce grossa a Pozzonovo: i giallo-verdi del presidente Filippo Berti rifilano alla formazione padovana un fantastico tris. Continua il momento nero del Villafranca che crolla contro il Cartigliano e la classifica ora è più che mai preoccupante per i ragazzi di Gigi Possente. Domenica prossima fari puntati sui derby Ambrosiana-Villafranca e Caldiero Terme-Team Santa Lucia Golosine.

PROMOZIONE

Provese va in fuga, San Martino Speme insegue

E' fuga nel campionato di Promozione per la Provese che centra la quinta vittoria consecutiva superando l'ostacolo Union Grezzana con quest'ultima che cade a testa alta. Dietro la formazione di Giovanni Orfei si porta il San Martino Speme del direttore sportivo Filippo Baltieri che vince di misura in trasferta contro la Montebaldina Consolini e scavalca il San Giovanni Lupatoto che crolla in casa contro la Polisportiva Virtus. Non deludono Garda e Sona M. Mazza: i lacustri di Matteo Fattori battono il Povegliano mentre i rossoblù di Alessandro Renica confermano il momento positivo e s'impongono contro il Lugagnano. Il Cadidavid non delude il proprio pubblico e per la compagine di Fabrizio Sona la vittoria arriva contro l'Olimpica Dossobuono di Giuseppe Bozzini; tre punti pesanti per l'Alba Borgo Roma, che s'impone in trasferta contro il Nogara dell'ex Simone Marocchio infiammando la zona caldissima della classifica. Valgatara e Aurora Cavalponica si dividono la posta ed è l'unica gara che termina senza vincitori. Domenica prossima la Provese andrà in trasferta e affronterà il Lugagnano; tra le sfide più interessanti segnaliamo San Giovanni Lupatoto-Cadidavid.

PRIMA CATEGORIA GIRONE A

Parona, va bene il pareggio; avanzano San Zeno e Scaligera 2003

Nel girone A di Prima Categoria non arrivano sorprese dopo la dodicesima giornata. Il Parona porta via un punto prezioso dalla tana del Pastrengo e così resiste al primo posto in classifica. Dietro la formazione di Flavio Marai, avanzano San Zeno e Scaligera 2003: i granata di capitan Riccardo De Pizzol e compagni calano il tris nella trasferta contro il Croz Zai mentre la formazione di Nicola Bertozzo rifila quattro reti al Peschiera. Non regala vincitori la sfida di cartello nella zona play off tra Quaderni e Valpolicella con le due squadre che si spartiscono così la posta. L'Arbizzano di Ivo Castellani sfrutta a dovere il fattore campo e batte il Calcio Bussolengo; il Castelnuovo Sandrà brilla nella tana del Caselle e riapre di fatto i giochi nella zona retrocessione. Continua il momento no del Gabetti Valeggio che incassa contro il Pedemonte la terza sconfitta di fila; termina in parità tra Audace e Concordia, un punto che lascia in brutte acque i rossoneri di Marzio Menegotti penultimi in compagnia del Gabetti Valeggio. Domenica prossima per la capolista Parona ci sarà l'ostacolo Caselle; tra gli altri incontri, tutta da seguire la sfida Scaligera 2003-Croz Zai.

PRIMA CATEGORIA GIRONE B

Tregnago non si ferma, non deludono Valdalpone Roncà e Colgona Veneta

Nel girone B il Tregnago soffre, ma alla fine vince in trasferta contro il Boys Buttapedra e conserva il primato solitario. Dietro i gialloblù di Antonio Bogoni resiste l'Albaronco che nonostante la tripletta di Corazza, pareggia una gara pirotecnica contro il Casaleone di Gianni Letteriello. Nella zona medio alta non deludono il Valdalpone Roncà, che rifila tre reti all'Union Sportiva Alte Ceccato, il Cologna Veneta che batte la Pro San Bonifacio dell'ex Marco Burato e il San Giovanni Ilarione che s'impone sul campo della Juventina Valpantena. Domenica da incorniciare per il Valtramigna Cazzano che cala il poker contro lo Zevio; l'Isola Rizza si fa rimontare due reti dal SanguinettoVenera e la gara termina in parità con tanti rimpianti per la squadra di Stefano Sacchetto. Solo un punto per il Bevilacqua di Adriano Laperni che non va oltre lo zero a zero nella trasferta contro il Sosssano Villaga Orgiano in una gara dove erano fondamentali i tre punti. Domenica prossima i fari saranno puntati sul derby Tregnago-San Giovanni Ilarione, gara che ha più volte regalato emozioni in passato; Isola Rizza-Cologna Veneta sarà poi sfida particolare per l'ex di turno: mister Salvatore Di Paola.