ART Breaking NEWS

E' successo dall'Eccellenza alla Prima Categoria dopo gare 14 Febbraio


ECCELLENZA

Nella sesta giornata del girone di ritorno, l'Eccellenza vede perdere il primato del Vigasio, che cade nella sfida tutta veronese contro il Cerea: come da prassi, il derby ha confermato ancora una volta che in queste gare non bisogna fare pronostici. Erano ben tre le sfide tutte veronesi in programma: oltre al Cerea, sorride il Caldiero Terme che non ha pietà del Team Santa Lucia Golosine, sempre più invischiato nella zona che scotta della classifica; tre punti pure per il Bardolino, che vince a Oppeano. Arriva un brodino per le altre due formazioni di casa nostra: Ambrosiana e San Martino Speme pareggiano in casa, forse sarebbe stato meglio vincere, ma il punto muove sempre la classifica.

PROMOZIONE

In Promozione viene rispettato il copione e non arrivano ribaltamenti dopo la sesta giornata di ritorno. Il Lugagnano vince, la Belfiorese pure e così le due squadre restano separate da un solo punto: Zevio e Pro San Bonifacio restano al palo, troppo netto il divario con le prime due della classe. La domenica va in archivio con le brutte sconfitte per Alba Borgo Roma e Aurora Cavalponica, che qualche giornata fa le vedeva protagoniste: Olimpica Dossobuono e Union Grezzana sono le castigatrici. Vincono e convincono Garda e Nogara: Valgatara e San Zeno si devono arrendere e non riescono nemmeno ad accorciare le distanze. La Polisportiva Virtus si illude contro il Sona M. Mazza, alla fine la festa è tutta peri ragazzi di Lucio Beltrame. Provese e Cadidavid si accontentano: il punto va bene ad entrambe.

PRIMA CATEGORIA GIRONE A

Non cambia nulla dopo la sesta giornata di campionato, che lascia tutto invariato nelle primissime posizioni. Così la Montebaldina Consolini di Simone Cristofaletti non si ferma, ma nemmeno la Scaligera 2003 di Simone Marocchio che continuano la loro corsa: entrambe vincono con il medesimo risultato di 2-1 e ad arrendersi sono Pastrengo da una parte e Castelnuovo Sandrà dall'altra. Tuttavia non mancano le sorprese, come l'inatteso crollo del Concordia di Nicola Chieppe , che ne prende quattro dal Calcio Bussolengo. Sorridono Parona e Povegliano, rispettivamente fra le mura amiche contro il Real GrezzanaLugo Valpantena e in trasferta contro il Gabetti Valeggio. In chiave salvezza, il Castel d'Azzano recita la voce grossa contro l'Atletico Vigasio lasciando la formazione del presidente Pozza all'ultimo posto. Il Pedemonte rifila tre reti al Peschiera, con quest'ultima che non sa più vincere.  Tra Valpolicella e Quaderni, nessuna prevale: per entrambe è un punto a testa.

PRIMA CATEGORIA GIRONE B

Quanti colpi di scena in questa giornata, ma il bello del calcio è anche questo. Il Valdalpone Roncà cade a Cologna Veneta proprio negli ultimi minuti di gara e Turozzi e compagni masticano amaro. L'Albaronco si illude contro il Croz Zai, ma alla fine si deve arrendere e gioiscono così i ragazzi del direttore sportivo Luca Marchesan che colgono un colpaccio che nessuno avrebbe pronosticato alla vigilia. Dei passi falsi di Valdalpone Roncà e Albaronco, gioisce il San Giovanni Lupatoto, che chiude la pratica Casaleone già nel primo tempo e si riprende la testa solitaria della classifica. In chiave salvezza ora è lotta più che mai accesa. La tiene viva il Sanguinetto Venera, che espugna il campo dell'Isola Rizza; successo esterno pure per il Raldon contro la Sambonifacese, mentre il Bevilacqua cade contro il Lonigo. La gara tra Audace e Real San Zeno è rinviata per campo impraticabile.