ART Breaking NEWS

FESTA 2016 DA RECORD A SAN ZENO DI MONTAGNA


nei 16 giorni della manifestazione. Simone Campagnari "Sarà un'annata da ricordare con pezzature e qualità eccezionali"
Il connubio di sapori e tradizioni ha ancora una volta colpito nel segno e conferma San Zeno di Montagna come capoluogo del turismo enogastronomico veronese. La 44° edizione della Festa delle castagne a San Zeno di Montagna (VR), 13° edizione della Festa del Marrone, sì è chiusa lo scorso weekend con la cifra record di 20.000 visitatori in 16 giornate. Anche la produzione è andata oltre ogni aspettativa, superando i 300 quintali.

Un'enorme soddisfazione per il Consorzio di Tutela, guidato da Simone Campagnari, che con l'Amministrazione comunale è il regista della manifestazione: "Il Marrone di San Zeno è una vera leva per l'economia del nostro paese, capace di generare un indotto non solo per noi castanicoltori ma per l'intera comunità: hotel, ristoranti, commercianti - afferma il presidente Campagnari -. Un giro economico preziosissimo per il nostro territorio montano. Grazie alla Festa la stagione si prolunga di fatto fino a novembre inoltrato e migliaia di veronesi e non solo hanno modo ogni anno di scoprire questo nostro borgo, il "balcone sul Garda", dal panorama unico e incontaminato. Siamo una best practice a cui altri guardano come modello ma replicare questo successo non è facile. La chiave è tutta nell'unicità del nostro territorio e dei nostri marroni, prodotti eccezionali, DOP e da quest'anno anche bio, che ci aiutano a preservare il bosco, la nostra più grande risorsa". 

La produzione 2016 è stata eccellente sia come pezzatura, che per la qualità ma sopratutto per le grandi quantità, si stima oltre i 300 quintali, già praticamente tutti venduti. Per poter assaggiare il Marrone di San Zeno DOP meglio quindi affrettarsi! La produzione è finita e saranno in vendita ancora per questa settimana, poi tutto esaurito.

 

Fra le iniziative di maggior successo dell'edizione 2016 va segnalata la Scarpinà, marcia fra i castagneti che ha visto oltre 1500 partecipanti. Il Concorso Marron d'Oro ha premiato quest'anno Franco Menegoni (primo classificato), Carlo Campagnari (secondo) e Mirella Lenotti (bronzo). La giuria tecnica, composta da esperti di grande qualità, è stata unanime nel ritenere i marroni di pezzatura superiore agli anni precedenti, molto grossi, mantenendo una qualità eccellente.