ART Breaking NEWS

Frosinone / Hellas Verona 3-2


Nuova battuta d’arresto per l’Hellas che esce sconfitto al Matusa con il Frosinone. Mandorlini ritrova, a tempo pieno, Luca Toni, al centro dell’attacco ma anche, dopo molto tempo, Federico Viviani come play. Il resto della squadra vede, in difesa, Bianchetti affiancare Moras, al centro, con Pisano e Souprayen esterni, a centrocampo Ionita a destra e Hallfredsson a sinistra mentre Siligardi e Gomez completano il fronte offensivo. La partita, molto sentita da entrambe le squadre, è molto nervosa e, l’internazionale Rizzoli, è costretto a intervenire spesso. La presenza di Toni da fiducia a gialloblù che attaccano con buone trame, ma, l’incredibile, accade al ventesimo. Rafael esce tranquillamente in presa alta e, prima di rinviare, rifila una gomitata a un giocatore ciociaro. Rizzoli, a due passi, vede e provvede: rosso e rigore. Mandorlini richiama Siligardi, fino a quel momento il migliore della squadra, per Gollini che sfiora il miracolo toccando, ma non riuscendo a deviare, il penalty.  Il vantaggio galvanizza il Frosinone che, poco prima del riposo, raddoppia con il proprio capitano Ciofani bravo ad anticipare Moras di testa. La ripresa vede Pazzini, entrato per uno spento Gomez, sfiorare la rete ma, sulla ripartenza, Dionisi batte nuovamente l’incolpevole Gollini, autore di una grande parata sul finire del primo tempo. Mandorlini richiama Ionita per Greco e l’Hellas da segni di ripresa. Al settantesimo Viviani trasforma, da par suo, una punizione dal limite e l’Hellas comincia a crederci. Passano sei minuti e Moras, su angolo di Viviani, mette alle spalle di Leali. Gli ultimi minuti vedono un assalto dei gialloblù che sfiorano, l’incredibile pareggio, prima con Hallfredsson il cui tiro sfiora il palo poi, in pieno recupero, con Pisano e Bianchetti. Nonostante l’ultimo sprazzo d’orgoglio il Verona rimane amaramente ultimo con sei punti distanziato di tre dal Carpi, di sette dal Bologna e di otto dal Frosinone. Silenzio stampa in casa gialloblù ma, nella notte, possibili drastiche scelte.