GENOA / CHIEVO 2-1


Uno sfortunato Chievo esce sconfitto da Marassi inanellando la quarta sconfitta consecutiva. Sannino abbandona l’amato 4-4-2 per un più prudente 3-5-2 con Frey al centro con Clayton e Cesar mentre Sardo ed Estigarribia sono sugli esterni. L’inizio è abbastanza equilibrato, anche se i clivensi non si limitano a difendersi ma impensierisco Perin. Poco dopo il ventesimo, un perfetto cross di Marchese, è imparabilmente incornato da Gilardino che batte Puggioni. Il tempo finisce con il Chievo che cerca il pareggio senza però essere particolarmente pericoloso. Inizia la ripresa e arriva il pari. S’invola sulla sinistra Estigarribia, serve Pellissier che, di prima intenzione, mette in mezzo per l’accorrente Bentivoglio che, con un autentico missile, gonfia la rete. Nemmeno il tempo di gioire che i grifoni tornano in vantaggio, Angolo di Stoian, gran tiro di Marchese, Bentivoglio ribatte davanti a Puggioni, ma è sfortunato perché  colpisce, in piena faccia, Gilardino che, senza accorgersi, festeggia la doppietta. Sannino cambia facendo uscire Bentivoglio e Radovanovic per Théréau e Hetemay poi anche Estigarribia per il croato Manuel Pamic, al debutto assoluto nel campionato italiano, ma il risultato non cambia. Ancora una partita viva ma, purtroppo, con zero punti in mano e, domenica, al Bentegodi, senza Luca Rigoni e Sardo, c’è la lanciata Fiorentina da affrontare.