ART Breaking NEWS

Hellas Verona / Torino 1-3


Confermando la tradizione favorevole, il Torino sbanca, per la terza volta consecutiva, il Bentegodi. Mandorlini, orfano di Jacopo Sala, lancia, dal primo minuto, l’ultimo acquisto Eros Pisano, sull’esterno destro, mentre, dalla parte opposta, ritorna Agostini. Il trio difensivo è confermato e, a centrocampo, Greco è preferito a Lazaros con Tachtsidis e Hallfredsson mentre, in avanti, Saviola fa coppia con Toni. L’Hellas parte forte pressando alto il Toro che preferisce rimanere molto chiuso per ripartire in contropiede. Al settimo un rimpallo favorisce Agostini che colpisce la traversa. La prima mezzora vede più le continue indecisioni dell’arbitro, il quasi debuttante Fabbri, che le azioni delle due squadre, anche se è l’Hellas ad avere il pallino del gioco ma, al trentunesimo, al termine di un’azione confusa, con clamoroso liscio di Rafa Marquez, Martinez si trova solo davanti a Benussi e lo batte con un preciso piatto di destro. Il tempo si chiude con un Verona che spinge, ma non scalfisce il catenaccio dei granata. Partono bene, nella ripresa, i gialloblù ma, sulla prima ripartenza, Marques frana su Martinez e l’arbitro, con l’ausilio del collega addizionale, decreta il rigore e l’ammonizione del brasiliano. Il violentissimo tiro di Quagliarella tocca la traversa e s’insacca. Dopo un piccolo disorientamento, gli scaligeri cominciano a pressare ma il toro resiste. Tra il venticinquesimo e il trentaquattresimo Mandorlini richiama uno spento Hallfredsson per Lazaros, il debuttante Pisano per Gomez e, infine, uno scialbo Saviola per Fernandinho. La partita sembra incanalata verso il successo granata quando una perfetta imbucata di Juanito trova prontissimo l’indomabile Luca Toni che, di sinistro, fulmina Padelli. L’Hellas, sostenuto dallo straordinario tifo dei propri tifosi, si butta in avanti e Toni, di testa, sfiora il pareggio, con la palla che accarezza la traversa. Nel secondo, dei quattro minuti di recupero, con tutta la squadra in avanti per un calcio d’angolo, El Kaddouri s’invola e, appena entrato in area, batte Benussi e mette il punto esclamativo alla gara. L’Hellas continua in questo cammino altalenante non trovando, al momento, continuità alle vittorie. Ottima la prestazione di Tachtsidis, buona, piena di sacrificio e impegno, quella di Toni, condita anche dalla soddisfazione del goal, positivo il debutto di Pisano, disastrosi Marquez e Marques.