ART Breaking NEWS

I commenti dalla Serie D alla Prima Categoria dopo gare 13 Aprile


SERIE D

Male Legnago Salus e Sambonifacese

La 14ma giornata di ritorno in Serie D è da archiviare in fretta per le squadre veronesi, entrambi sconfitte. Il Legnago Salus di mister Di Loreto non riesce a ripetere la buona prova di domenica scorsa al Sandrini contro l’Alzano Cene e cede 1-2 nella tana del Caravaggio: Berberi illude per i biancazzurri, sua la rete del provvisorio vantaggio, ma la squadra bergamasca non ci sta e ribalta il risultato, portando a casa i tre punti che gli consentono di sperare ancora di raggiungere i play off. Ennesima amarezza, la 17ma stagionale per la Sambonifacese, che alza bandiera bianca pure contro il Calcio Lecco: al Tizian di San Bonifacio, i lombardi s’impongono per 2-0, lasciando la squadra di Andrea Poggi tristemente da sola in fondo alla classifica, visto che l’altra diretta rivale Gozzano ha battuto nettamente il Borgomanero. La Serie D tornerà in campo questo giovedì: il Legnago tornerà al Sandrini e affronterà il Gozzano, mentre la Sambonifacese giocherà in casa del Pro Piacenza, che potrebbe festeggiare con tre giornate d’anticipo la promozione in Lega Pro, dopo un campionato condotto a lungo in testa.

ECCELLENZA

Cerea vince a Vigasio, cade Villafranca

In Eccellenza si è completata la 13ma di ritorno, dopo i quattro anticipi di giovedì che avevano sorriso al Team Santa Lucia Golosine, vittorioso nel derby contro il Lugagnano, mentre l’Ambrosiana era stata sconfitta contro il lanciatissimo Abano Calcio. Ribaltone in vetta: il Cerea si aggiudica il derby contro il Vigasio e sale da solo alla testa della classifica: 2-1 il risultato per i granata di Roberto Maschi che vanno in vantaggio con De Freitas, subiscono il pareggio di Caldana e segnano la rete vittoria con Ambrosi. Giornata da dimenticare in fretta per il Villafranca nella tana del MM Sarego: i vicentini beffano nel finale i ragazzi di Cristian Soave e portano così a casa tre punti fondamentali in chiave salvezza, mentre i castellani, che hanno sempre la gara da recuperare contro l’Union Arzignano Chiampo, scendono al secondo posto. Il Castelnuovo Sandrà cede di misura alla Marosticense, che s’impone con il minimo sforzo: i lacustri di Gianni Canovo, sempre penultimi, accusano un ritardo ora di quattro punti dalla squadra vicentina. Alla ripresa, dopo la pausa pasquale, si riprenderà con il match clou Villafranca-Cerea, che da sola vale il prezzo del biglietto. Interessanti anche le altre sfide per le pretendenti alla vittoria finale del campionato: per l’Union Arzignano Chiampo ci sarà il derby contro il MM Sarego, mentre l’Abano affronterà in casa il Vigasio, con la compagine di mister Lorenzini vero arbitro di questo finale di stagione, visto che poi all’ultima giornata giocherà poi contro il Villafranca.

PROMOZIONE

Oppeano batte Caldiero Terme e va in testa

Arriva l’ennesimo cambio al vertice della classifica, quando mancano ancora tre giornate alla fine del campionato. A guardare tutti dall’alto ora è l’Oppeano, che vince l’incontro di cartello contro il Caldiero Terme, vendicando così pure la pesante sconfitta dell’andata: a decidere la sfida contro i termali per i bianco-rossi di Simone Boron ci pensa Boseggia, che segna il gol partita trasformando un calcio di rigore. Giornata storta per la Belfiorese, che abbandona il primo posto, cedendo 1-2 nella tana del Santo Stefano Zimella: ci pensano Manfrin e Arzenton a far felice Flavio Carnovelli, mentre dall’altra parte segna Angel, ma non basta per la squadra di Lucio Merlin, che mastica così amaro. Nella zona play off, balzi in avanti per Polisportiva Virtus e Benaco Bardolino: i rossoblù di Michele Cherobin piegano la Montebaldina Consolini con le reti della premiata ditta Vesentini e Francesco Rossetto; i lacustri superano in rimonta lo Zevio, che per primi erano passati in vantaggio con Perlini: a ribaltare il risultato, ci pensano Sarrapochiello e Alessandro Brentegani. Dopo i quattro gol al Raldon, il Concordia si ripete e ne fa altrettanti nella tana del Garda: a far sorridere mister Menegotti è soprattutto Di Cristo, che segna una fantastica tripletta; vittoria esterna pure per la Provese di Matteo Fattori, che con un autorete di Vinco e Pieropan centra i tre punti contro l’Arbizzano. In chiave salvezza, brilla l’Alba Borgo Roma di Simone Marocchio, che soffre, ma alla fine la spunta 4-2 sul Raldon, che non si schioda dal penultimo posto della classifica: tra i marcatori, non si smentisce Baraldi, che segna una doppietta. Successi di misura per Pro Hellas Monteforte e Sona M. Mazza, che sfruttano a dovere il turno casalingo: Ferrarese decide la sfida contro il San Martino Speme da una parte, mentre Bonato segna la rete che vale i tre punti contro il Somma, che vede sempre più vicina la retrocessione in Prima Categoria.   

PRIMA CATEGORIA

Cadidavid a valanga, non molla Povegliano

Il Cadidavid annienta l’Asparetto Cerea e si conferma in testa da solo alla classifica: ben cinque le reti segnate dai ragazzi di Armando Corazzoli alla compagine ceretana, che incassa il secondo stop consecutivo, dopo quello di domenica scorsa contro la Scaligera 2003: tra i marcatori ancora a segno Falavigna, poi Locatelli, Malachini e Banfo. Non molla al secondo posto il Povegliano, che in extremis centra il colpaccio contro l’Avesa, grazie a un rigore di Riccardo Gianelli, quando ormai si pensava che la gara potesse terminare con un pareggio a reti inviolate. Restando nella zona play off, sorridono Valgatara, San Zeno e Union Grezzana: i ragazzi di Roberto Pienazza vincono 2-1 contro il Gabetti Valeggio; i granata di Vasco Guerra rifilano tre reti al Valpolicella e tra i marcatori, segna una doppietta Grigolo, mentre Bucci e compagni centrano il colpaccio contro il Castel d’Azzano. Pasotto, doppietta per lui, trascina l’Amatori Nogara, che batte 3-1 l’Audace; tre punti fondamentali nella zona che scotta per il Quaderni, che batte 5-3 il Rosegaferro, lasciando quest’ultima da sola in fondo alla classifica. Finisce in parità tra Scaligera 2003 e Calcio Bussolengo: il solito Ksakass illude la squadra di Franco Tommasi, rimedia De Guidi per gli isolani di Claudio Sganzerla.

PRIMA CATEGORIA GIRONE B

Sitland vede Promozione, retrocede Nova Gens

Il Sitland Riverell batte 2-0 in trasferta nel derby tutto vicentino il ChiampoArso e vede sempre più vicina la promozione in Promozione. Ad ogni modo arriva il verdetto della retrocessione matematica della Nova Gens, che perde nettamente nella tana del Real San Zeno. Tornando alle realtà di casa nostra, rallenta il Bevilacqua, che si deve accontentare di un punto nella tana dell’Aurora Cavalponica: la gara finisce senza reti e ora i castellani accusano un ritardo di sei punti dal Sitland Rivereel. Colpacci importanti per San Giovanni Lupatoto e Isola Rizza in chiave salvezza: Avesani decide la sfida contro La Contea e può sorridere mister Tiziano Salvagno; gli isolani di Stefano Menini recitano la voce grossa sul campo del Pozzo grazie a Curseu e Bersani. Illasi e San Giovanni Ilarione si danno aperta battaglia: ne esce un pareggio per 2-2, che lascia amaro in bocca ai ragazzi di Beltrame, che già pregustavano la vittoria contro Okonji e compagni. Terzo pareggio consecutivo dell’Albaronco, che esce indenne dalla tana del Lonigo, con la gara che termina senza reti. Domenica da dimenticare per il Real Monteforte di Andrea Matteoni, che cade in casa 0-1 contro il Calcio Tezze, con quest’ultima che rafforza il terzo posto in chiave play off.