ART Breaking NEWS

I commenti in Seconda Categoria dopo gare 15 Dicembre


SECONDA CATEGORIA GIRONE A

Pastrengo non si smentisce, torna alla vittoria Real Lugagnano

Il Pastrengo 2006 non si smentisce e chiude il girone d’andata con un’altra vittoria, la dodicesima stagionale: i tre punti per i ragazzi di Paolo Brentegani arrivano sul campo del Gargagnago con la rete di Zanolli. Dietro il Pastrengo 2006, consolida la seconda piazza il Pedemonte, che cala il poker in trasferta contro il Lazise, lasciando la squadra lacustre in fondo alla classifica insieme al Negrar, che non va oltre il pareggio nella sfida interna contro il Pizzoletta. Torna a vincere il Real Lugagnano, che s’impone nella tana del Sant’Anna d’Alfaedo e interrompe un lungo digiuno che durava dalla nona giornata, quando la compagine del presidente Coati sconfisse in casa il Pizzoletta. Non si fanno male Peschiera e Caselle, un pareggio per zero a zero che lascia le due squadre sempre nella zona play off; nel derby tra Alpo Lepanto e Alpo Club 98, la spunta quest’ultima grazie a una rete di bomber Amedeo Benedetti. Il Malcesine sfrutta a dovere il turno casalingo e batte cinque a tre il Custoza, allontanandosi così dalla zona pericolosa della classifica; finisce con due reti a testa la sfida tra Cavaion e BureCorrubbio.

SECONDA CATEGORIA GIRONE B

Olimpica Dossobuono supera Cadore, Real Grezzana Lugo Valpantena al secondo posto

Nemmeno il Cadore riesce a frenare la corsa dell’Olimpica Dossobuono, che chiude il girone d’andata con dodici vittorie e solo due sconfitte, in casa contro il Quinto Valpantena e in trasferta contro il Boys Buttapedra. Dietro la compagine di mister Bozzini, si porta il Real Grezzana Lugo Valpantena di De Santis, che piega in trasferta il Real Vigasio con una rete di El Hamich e porta a cinque il numero delle vittorie consecutive: dall’altra parte invece è il secondo stop di fila per i ragazzi di Nicola Dusi. Tra le squadre in forma, non si smentisce nemmeno il Montorio di Turozzi, che cala il tris sul campo della Nuova Cometa Santa Maria e chiude il girone d’andata al terzo posto della classifica e con qualche rimpianto, visto il negativo inizio di stagione. Sorride il Mozzecane, che con una doppietta di Morandini espugna il campo del Bnc Noi, lasciando la compagine di Andrea Righetti tristemente in fondo alla classifica con otto punti conquistati in tutto il girone d’andata. Il 2013 termina con una vittoria per il Cà degli Oppi, che rialza subito la testa dopo la battuta d’arresto della settimana scorsa a Montorio, e batte in casa la Juventina Valpantena, che non ripete la vittoria convincente ottenuta contro il Real Vigasio. Finisce senza reti la sfida Crazy Colombo-Quinto Valpantena, mentre è stata sospesa per nebbia Boys Buttapedra-Real San Massimo, quando il risultato era fissato sul 3-3, con una splendida rimonta della squadra di Novali, che era sotto di tre reti.

SECONDA CATEGORIA GIRONE C

Croz Zai è campione d’inverno

Locara, magico filotto

Basta una rete al Croz Zai per imporsi sul campo del Tregnago e per la squadra allenata da Meneghetti arriva il titolo platonico di campione d’Inverno con undici vittorie, tre pareggi e una sola sconfitta, contro il Locara. L’Ares Calcio Verona rallenta la corsa del Parona, che ad ogni modo chiude il girone d’andata al secondo posto, a cinque punti dalla capolista Croz Zai. Non si ferma la corsa del Locara, che cala il poker sul campo del fanalino di coda Borgo San Pancrazio e per i ragazzi di mister Gianesello è un magico filotto: dopo la sconfitta contro il Pescantina Settimo alla nona giornata, solo vittorie e ben sei di fila. Successi importanti per Valdalpone e Team San Lorenzo, per rimanere a contatto con la zona play off: la squadra di Grassi rifila quattro reti allo Sporting Badia Calavena e tra i marcatori non si smentisce Djukaric che segna una doppietta, mentre ci pensano Carcereri e Conti a decidere il derby contro il Pescantina Settimo che si è affidato in settimana a Antonio Malizia, dopo le dimissioni di Stefano Sella. Colpacci per Borgo Scaligero Soave e Borgo Primomaggio, che recitano la voce grossa contro San Marco B.M. e Valtramigna Cazzano: tre punti fondamentali per entrambe nella corsa alla salvezza; il Primavera 99 affonda il Colognola ai Colli, e ora la realtà di mister Pisani precipita in piena zona retrocessione.

SECONDA CATEGORIA GIRONE D

Venera è campione d’inverno

Il Venera pareggia uno a uno contro il Bovolone: un punto che ad ogni modo lascia la squadra di Nicola Bertozzo in testa alla classifica da sola e conquista così il titolo platonico di campione d’Inverno. Dietro il Venera, rallenta il Casaleone che ad ogni modo conserva il secondo posto: i leoni della bassa vanno sotto contro l’Aries Castagnaro Menà, in extremis rimedia Ziviani. Nei quartieri alti si mantiene il Vigo del presidente Raimondo De Angeli, che rifila cinque reti al Castelbaldo Masi e sale al terzo posto, scavalcando proprio la realtà padovana, che non vince da tre gare. Seconda vittoria di fila per l’Atletico San Vito, che rifila tre reti al Porto Legnago; ne fa altrettanti il Concamarise di Paolo Berardo, che batte in casa l’Albaredo. Pronto riscatto del Bonavigo, che dopo la sconfitta contro il Casaleone, s’impone nella tana dell’Aurora 2009, lasciando la compagine di Gianni Rossi sempre più fanalino di coda. Tre punti fondamentali in chiave salvezza per il Sanguinetto, che centra la sua terza vittoria stagionale battendo in casa il Minerbe; sospesa per nebbia Napoleonica-Gips Salizzole.

SECONDA CATEGORIA GIRONE M

Football Club Roncà e Cologna Veneta, buon punto

Ultima giornata d’andata positiva per le nostre compagini veronesi, che escono imbattute dalle rispettive trasferte e portano a casa un buon punto che fa sempre classifica. Il Football Club Roncà strappa il due a due contro il Galzignano Terme e chiude al terzo posto in classifica a ventotto punti, a sei lunghezze di ritardo dalla capolista, ossia la padovana Cervarese, che si laurea campione d’Inverno. Il Cologna Veneta di Adriano Laperni pareggia 1-1 contro l’Union Sportiva Alte Ceccato e chiude al decimo posto con diciannove punti, lontano dalla zona play out.