ART Breaking NEWS

Isuzu Cerea si aggiudica il derby


Campionato pallavolo femminile Serie B1

VIVIGAS ARENA VOLLEY

 GARA DEL 28.11.15
 
Isuzu Cerea - 
VIVIGAS Arena Volley 3-0
(26-24/25-20/26-24)
 

FORMAZIONE VIVIGAS ARENA VOLLEY: Bellini, Bissoli (1), Bortoli (4), Bovo (9), Fiocco (3), Giudici (1), Marcone (8), Mazzi (6), Palumbo (10), Perinoni, Sandrini (5). Liberi: Moschini, Galati. 1° Allenatore: Pillitu Greca 2° Allenatore: Mazzurega Loris.

Isuzu Cerea: Borin (10), Brutti (15), Caruzzi (2), trevisan (9), Dall’Ora, Tollini 82), Pedoni, Lucchetti (12), Andreis, Romagnoli, Batois. Libero: Pericati.  1° Allenatore: Bertolini.

Primo derby in serie B1 tra le due formazioni veronesi, in una palestra di Cerea piena all’inverosimile dai tifosi delle due squadre.

VIVIGAS parte nel primo set con Bissoli al palleggio, Mazzi opposto, centrali Bovo e Bortoli, laterali Marcone e Palumbo. Libero Moschini.

Risponde Cerea con Caruzzi in regia e poi Lucchetti e Trevisan schiacciatrici, centrali Brutti e Tollini, opposto Borin. Libero Pericati.

 

Il primo set è caratterizzato da un grande equilibrio, nessuna delle due squadre riesce a scappare via nel punteggio Cerea è avanti 8-6 al primo time out tecnico, mentre al secondo è avanti VIVIGAS 16-14. Le due squadre si conoscono bene. La ricezione di Cerea è nettamente superiore nel parziale (64% contro 55%), mentre gli attacchi si equivalgono (28% contro 27%). La sensazione è però che le schiacciatrici di posto quattro di Cerea, specie Lucchetti, abbiano una maggiore capacità realizzativa, mentre stenta a decollare il gioco di VIVIGAS con una scarsa intesa anche nel gioco con le centrali. Palumbo mette a terra diversi punti con pallonetto. Finisce punto a punto con Cerea che si aggiudica il parziale 26-24.

 

Nel secondo set i due allenatori confermano il sestetto di partenza del primo parziale, ma mentre Cerea sembra acquisire maggiore sicurezza, merito anche di una ricezione che viaggia davvero bene (72%), non altrettanto in casa VIVIGAS che finisce subito sotto 8-4 addirittura 16-10. Giudici sostituisce Alessia Mazzi che fatica a ottenere punti in attacco. Le ragazze di Arena si avvicinano nel punteggio sul 17-21, ma non c’è storia: Cerea vince il secondo parziale 25-20 ed in questo caso la differenza in campo è netta.

 

Nel terzo set, Pillitu inserisce Fiocco e Sandrini, scelta tattica che aveva consentito anche nella gara contro Trento di risollevare la squadra, ed in effetti l’ingresso delle due atlete modifica l’inerzia della gara. VIVIGAS conduce avanti tutto il set: 8-6, 16-15, 21-19. Un po’ troppi gli errori in battuta nel parziale, ben 5 in casa VIVIGAS. Nel finale del set due errori in ricezione di Palumbo consentono a Cerea di rifarsi sotto e di superare di misura VIVIGAS ancora con il minimo scarto per 26-24.

 

Cerea ha meritato la vittoria della gara. Forse VIVIGAS avrebbe potuto conquistare il primo o il terzo set, dove in effetti, le ragazze di Arena sembravano poter portare a casa il parziale.

 

 

 

 

 

 

Decisamente superiore la ricezione di Isuzu, che si è dimostrata anche più forte in attacco da posto quattro. Da rivedere l’intesa tra la palleggiatrice Bissoli e le proprie centrali, ma la ricezione di stasera non ha aiutato certo la regista.

 

Gli ingressi di Sandrini e Fiocco hanno dato uno scossone all’andamento della gara e magari potrebbero essere state inserite anche prima. Sandrini ottima in ricezione (75%) ma molto bene anche in attacco (62%).

 

Forse VIVIGAS ha avuto un approccio con maggiore tensione rispetto alla padrone di casa, sono mancati un po’ i muri sulle attaccanti di posto quattro, mentre anche la difesa non è sembrata perfettamente rodata. Merito però ovviamente anche delle avversarie che sono squadra esperta e che punta all’accesso ai play off.

 

Da segnalare in casa VIVIGAS il rientro in campo dell’opposto Giudici, ovviamente non ancora al 100%, dopo l’infortunio. ( Le foto sono di Claudio Pimazzoni per gentile concessione).