ART Breaking NEWS

Maurizio Perezzani e Graziano Bertozzo: tempi di bilanci sulla Seconda Categoria girone D


 

Campionati fermi, tempo di bilanci per tutti, ad ogni modo con la voglia di guardare sempre con ottimismo al nuovo anno che sta arrivando.

Ieri nel tardo pomeriggio, sarà per le festività natalizie, troviamo insieme Maurizio “Bomber” Perezzani e Graziano Bertozzo, che solo pochissimo tempo fa lavoravano nella stessa squadra, ossia il Sanguinetto.

Ora Maurizio Perezzani è direttore sportivo del Concamarise, con la sua squadra che occupa il nono posto della classifica, fuori dalla mischia della zona retrocessione e domenica 15 Dicembre ha salutato i propri tifosi con una convincente vittoria contro l’Albaredo.

Graziano Bertozzo è direttore sportivo del Sanguinetto, con la realtà castellana che è terzultima, in piena bagarre salvezza e che ad ogni modo ha terminato l’anno con una vittoria importantissima contro il Minerbe, grazie alla rete dell’ultimo arrivato Murari.

Con loro abbiamo voluto analizzare quello che è stata l'andata nel girone D di Seconda Categoria, che mantiene anche quest’anno il suo fascino, essendo composto da tutte realtà della Bassa, con l’unica eccezione della padovana Castelbaldo Masi.

Siete soddisfatti del vostro girone d’andata?

Maurizio Perezzani: Sono abbastanza contento, anche se potremmo benissimo avere qualche punto in più, ma non mi posso lamentare. Credo che con il Casaleone non meritavamo la sconfitta: ad ogni modo importante è rimanere lontani dalla zona pericolosa della classifica. Paolo Berardo sta facendo bene e di questo non ho mai avuto dubbi sul suo operato”.

Graziano Bertozzo: Per noi è una stagione dove ci sarà da soffrire fino alla fine. Rispetto allo scorso campionato, quest’anno facciamo fatica, ad ogni modo la vittoria contro il Minerbe ha dato morale nello spogliatoio e siamo fiduciosi per il ritorno”.

Vi sentite di fare un pronostico su chi vincerà il campionato?

MaurizIo Perezzani: A inizio campionato avrei detto il Casaleone, anche se ora c’è in testa il Venera, realtà dove eccelle soprattutto il gruppo. Adesso non riesco a pronunciarmi, anche se vedo in grande risalita il Vigo, dopo un avvio incerto”.

Graziano Bertozzo: Concordo con quanto detto dal Bomber: il Venera ha un bel gruppo e merita il primo posto. Il campionato è ancora lungo e anch’io credo che bisognerà stare attenti al Vigo che ha dato un segnale forte con la vittoria ottenuta contro il Castelbaldo Masi”.