Palermo / Chievo 0-2


Un ottimo Chievo espugna, con pieno merito, il Barbera di Palermo. Maran, che venerdì era stato colpito da un gravissimo lutto per la scomparsa della mamma, ripresenta la formazione che aveva pareggiato con il Genoa con l’unica eccezione di Pellissier per Inglese. Il Palermo parte forte ma, dopo un quarto d’ora, il Chievo passa in vantaggio. Scende sulla sinistra Gobbi che verticalizza per Birsa che si libera, con autorità, del proprio difensore e di sinistro fulmina il portiere. Lo svantaggio mette ancora più in difficoltà i siciliani che rischiano di subire più volte il raddoppio ma né Pellissier né Meggiorini sono precisi. Sul finire del tempo si risvegliano i rosaneri ma Sorrentino fa buona guardia. Inizia la ripresa e il Chievo raddoppia. Erroraccio di un difensore che sbaglia clamorosamente il retropassaggio al proprio portiere, ne approfitta Pellissier che salta l’estremo difensore e deposita in rete il suo centesimo goal con la maglia del Chievo in Serie A. I clivensi non corrono particolari rischi e l’allenatore può tranquillamente effettuare i tre cambi prima Izco per Castro, quindi Nicola Rigoni per Meggiorini e infine Inglese per Pellissier. Il Chievo sale al nono posto in classifica con ventidue punti e s’avvia alla sosta invernale con un invidiabile bottino. Grande soddisfazione per tutta la squadra che, oltre aver dedicato il successo al proprio allenatore, vede il proprio trentasettenne capitano tagliare lo storico traguardo delle cento reti.