ART Breaking NEWS

Primi Commenti dalla Serie D alla Prima Categoria dopo gare 23 Febbraio


 

Ottava giornata di campionato in Serie D non esaltante per le nostre realtà veronesi, entrambi impegnate lontane dalle mura amiche. Il Legnago Salus strappa un punto dal campo della Pro Sesto ed è il secondo pareggio consecutivo, dopo quello di domenica scorsa contro l’Aurora Seriate. La gara sembra in discesa per i ragazzi allenati da mister Di Loreto, dopo il vantaggio firmato da Lella, ma la squadra lombarda recupera e il risultato rimarrà così fino alla fine. Domenica da dimenticare per la Sambonifacese, che esce battuta dal campo della Castellana Castel Goffredo e i rossoblu restano invischiati nella zona retrocessione. Non era iniziata male la gara per la squadra di Poggi, andata in vantaggio con Bonzato, ma è solo un illusione: la compagine mantovana capovolge il risultato e si porta sul tre a uno; alla fine il gol di Bondraa rende solo meno amara la sconfitta. Domenica prossima Legnago Salus e Sambonifacese ritroveranno i propri tifosi e affronteranno, rispettivamente Seregno e Piacenza.

ECCELLENZA

VILLAFRANCA SOLO IN VETTA

Le veronesi si confermano bestia nera per l’Union Arzignano Chiampo, con la compagine vicentina che dopo essere stata fermata dal Team Santa Lucia Golosine, si deve accontentare di un punto pure contro il Vigasio, con la squadra di mister Lorenzini che allunga così la striscia positiva. Del mezzo passo falso dell’Union Arzignano Chiampo, ne approfitta il Villafranca che batte di misura il Team Santa Lucia Golosine con una rete di Vecchione e per i castellani di Cristian Soave è testa solitaria della classifica. Giornata storta per il Cerea, che perde nettamente contro l’Abano Calcio, uno a tre per la squadra padovana il risultato finale: ad ogni modo, i granata di Roberto Maschi conservano il terzo posto della classifica. Nell’altro derby della giornata, non delude l’Ambrosiana, che batte due a zero il Castelnuovo Sandrà, grazie alle reti di Chiecchi e Pasini: tre punti che consolidano i rossoneri di Puma Montagnoli nei piani medio alti della classifica, non si può dire altrettanto per i lacustri di Gianni Canovo, che restano al terzultimo posto in compagnia della Marosticense. Il Lugagnano deve ancora rimandare l’appuntamento con la prima vittoria stagionale: nella tana del Pozzonovo, Fiorini illude i gialloblù allenati da Gasparato, alla fine la squadra padovana riesce a recuperare.

PROMOZIONE

CALDIERO VINCE, BENACO NON MOLLA

Il Caldiero Terme, dopo il pareggio contro l’Hellas Monteforte, ritrova i tre punti: nella seconda gara interna consecutiva, non delude il proprio pubblico e batte il Raldon del neo mister Gigi Manganotti, grazie alle reti di Cammaleri e Guandalini. Dietro i termali, tiene il passo il Benaco Bardolino, che resta a due punti di ritardo dalla capolista: ai lacustri, basta una rete di Alessandro Brentegani per piegare la resistenza del Somma. Delle squadre che occupano le prime posizioni, stecca solo la Polisportiva Virtus, che si deve accontentare di un punto contro il Concordia: dopo le reti di Vesentini e Francesco Rossetto, la squadra di Menegotti recupera con Fresolone e Trevisani, lasciando tanta delusione a Michele Cherobin che forse pensava di aver già vinto la gara. La Belfiorese supera tre a uno la Montebaldina Consolini: a far felice Lucio Merlin ci pensano Olivieri, Anghel e Giaretta; stesso risultato per lo Zevio, che s’impone contro il San Martino Speme e tra i marcatori, segna una doppietta Argenteri; l’Oppeano batte due a zero il Santo Stefano Zimella grazie alle reti uno per tempo, di Ghirigato e Dihaj. Non si fanno male Alba Borgo Roma e Hellas Monteforte: la gara termina senza reti; un pareggio inutile per l’Arbizzano nella gara casalinga contro il Garda e anche qui le rispettive porte restano inviolate. Ancora una domenica senza vittoria per il Sona M. Mazza, che sbatte contro il muro della Provese: ultimi tre punti per la squadra di Colantoni a novembre, quando alla decima giornata s’impose due a uno in trasferta contro la Polisportiva Virtus.

PRIMA CATEGORIA GIRONE A

NUOVO RIBALTONE CON CADIDAVID E SAN ZENO IN TESTA

Nuovo ribaltone al vertice della classifica, con San Zeno e Cadidavid ora nuove capoliste. I granata di mister Guerra rialzano la testa dopo la sconfitta contro la Scaligera e piegano di misura il Valgatara grazie alla rete del giovane Italia; con il minimo sforzo vince pure la squadra di Armando Corazzoli, che con un rigore di Torni batte l’Audace. Colpaccio esterno per il Gabetti Valeggio, che s’impone nella tana dell’Amatori Nogara: Baccoli e Gorna segnano per la squadra di Lucio Manganotti, dall’altra parte non basta la rete del solito Pasotto. Il Castel d’Azzano ritrova la vittoria, i tre punti per la squadra di Adelchi Malaman arrivano con il Povegliano; il Quaderni della presidentessa Sara Olivieri spaventa l’Union Grezzana, andando in doppio vantaggio, poi alla fine la squadra di Marini recupera con le reti di Bucci e Castelli. Giornata da archiviare in fretta per il Calcio Bussolengo, che cade nella tana dell’Asparetto, dove si scatena Giacomo Bissoli, autore di una doppietta. Tre punti fondamentali in chiave salvezza per il Valpolicella, che con una rete di Cottini, vince in trasferta contro la Scaligera, lasciando gli isolani di Claudio Sganzerla da soli in fondo alla classifica. Non si fanno male Avesa e Rosegaferro, con la gara che termina senza reti.

PRIMA CATEGORIA GIRONE B

BEVILACQUA VINCE E SI AVVICINA AL SITLAND RIVEREEL

Il Bevilacqua batte l’Albaronco e si porta a un solo punto di ritardo dalla capolista Sitland Rivereel, che non va oltre il pareggio nel derby contro il Real San Zeno. Non era iniziata bene la gara per la squadra di Antonio Marini, che sono andati sotto: a suonare la carica, ci hanno pensato Trivellin e Gasparetto. Delle altre veronesi, vincono solo Illasi e Real Monteforte: la squadra di Freddy Serato supera due a uno La Contea e tra i marcatori, non si smentisce Okonji; altri tre punti per il Real Monteforte di Andrea Matteoni, che batte il San Giovanni Lupatoto con le reti di Santarosa e Bertelli. Il fanalino di coda Nova Gens impone il pari al Pozzo, con la squadra di Ronconi che dopo essere andata sotto, recupera con Adami. Sconfitte interne per Aurora Cavalponica e Isola Rizza, che perdono contro Calcio Tezze e ChiampoArso; domenica da dimenticare pure per il San Giovanni Ilarione, con Pandian e compagni che escono con le ossa rotte dalla tana del Lonigo.