ART Breaking NEWS

Radovanovic in regia, Castro di corsa


Sorrentino 6– Gran riflesso sul colpo di testa di Gabbiadini, sullo 0-0, poi incolpevole sulle due reti. Cacciatore 7– Aveva da controllare Insigne e Ghoulam, compito eseguito con diligenza, sempre pronto per ripartenze che mettono in difficoltà la difesa avversaria, esce per un problema alla coscia. Izco 6- Ritorna in campo dopo oltre sei mesi dall’infortunio, in un ruolo non suo, ma riesce a mantenere la linea di galleggiamento. Dainelli 6– Non concede palle né a Gabbiadini né a Milik ma, forse, non chiude tempestivamente su Hamsik. Cesar 5,5- La lotta fisica, con abituale cartellino, è una sua caratteristica, si dimentica Gabbiadini in occasione del vantaggio. Gobbi 5,5- Il giallo, dopo soli dieci minuti, lo rende timoroso anche perché, sulla sua fascia, c’è un Callejon scatenato. Fuori posizione nell’occasione del primo goal. Castro 7– Infaticabile come sempre cerca anche di trovare la via del goal ma non ha mai un tiro pulito.  Radovanovic 7.- Il centrocampo è di sua competenza giusto il mix di forza fisica e di talento. Geniale l’imbucata non trasformata da Floro Flores. Hetemay 5,5– Lui è pagato a Km quindi corre in continuazione ma troppo spesso senza costrutto. Birsa 5,5- Si segnala solo nelle palle inattive poi scompare e Maran lo sostituisce. De Guzman 6- Più vivace, è un ex, di Birsa s’impegna creando qualche buona occasione non sfruttata dai compagni Meggiorini 5,5– Sull’impegno è encomiabile ma le montagne da scalare erano troppo erte. Floro Flores 5,5- Ha l’opportunità di riaprire la gara con la splendida invenzione di Radovanovci, ma, invece del goal, senza subire fallo, finisce  per le terre. Inglese 5,5- Vince quasi tutti i duelli aerei sia con Albiol sia con Koulibaly poi però non trova il guizzo finale, un solo tiro nello specchio della porta.