ART Breaking NEWS

Salernitana / Hellas Verona 1-1


Non va oltre il pareggio, l’Hellas Verona all’Arechi di Salerno. Due cambi per Fabio Pecchia rispetto alla gara vinta con il Latina. All’infortunato Pazzini si è aggiunta l’influenza che ha fermato Fares quindi dentro Ganz e Siligardi. I gialloblù partono a mille, conquistano subito due angoli e, al sesto, passano in vantaggio. Luppi è funambolico sulla sinistra con una serie di finte ubriaca i difensori campani appoggia a Ganz che stoppa e si gira fulminando il portiere. La Salernitana accusa il colpo e rischia di subire il raddoppio con Luppi che, pur da terra, impegna Terraciano. Intorno al venticinquesimo diventa protagonista Nicolas che prima devia, d’istinto, un tocco di Donnarumma, da sotto misura, quindi respinge di piede un tiro da centro area. Il pericolo scuote gli scaligeri e il portiere salernitano si salva, due volte, su tiri di Ganz quindi è fortunato su un fendente di Siligardi che sfiora il palo. Gli ultimi minuti del tempo vedono l’Hellas padrone assoluto del campo che fa un gran possesso palla. La ripresa vede ancora il Verona tranquillo ma, forse anche per il gran caldo, meno lucido della prima parte della gara e, al quarto d’ora, un traversone, dalla tre quarti, è girato di testa da Coda che beffa Caracciolo e Souprayen che lo controllavano. Pecchia richiama prima Siligardi per Zuculini, spostandolo in mediana, e portando Romulo come esterno d’attacco. E’ la volta poi di Juanito Gomez per Ganz e infine di Valoti per Bessa. Gli ultimi minuti vedono i gialloblù, con le poche forze rimaste, cercare il successo che sfuma proprio alla fine dei cinque di recupero quando una punizione, dal limite di Valoti, è salvata da un difensore davanti alla porta con il portiere immobile. Il campo era molto difficile, l’ambiente caldissimo, non solo dal lato atmosferico, ma Pecchia ha presentato una squadra molto matura che ha avuto un grande possesso palla e, se si escludono i primi venti minuti della ripresa, tutto il resto della gara è stato gialloblù.