ART Breaking NEWS

Seconda e Terza Categoria: le curiosità dopo gare 16 Novembre


Seconda Categoria

Sono volate undici giornate di campionato in Seconda Categoria e il girone C è certamente quello più elettrizzante, con ora ben tre squadre appaiate al comando, ossia San Giovanni Ilarione, Montebello e Valtramigna Cazzano, tutte con 24 punti.

Negli altri raggruppamenti, resta tutto come prima: nel girone A non perde colpi il Gargagnago di mister Castellani, che con un rigore di Lonardi centra il colpaccio sul campo del San Peretto, consolidando di fatto la vetta solitaria e tiene a tre punti di distanza il Parona.

Nel girone B il Quaderni s'impone 4-3 nell'incontro di cartello contro il Cadore al termine di una gara dove non sono mancate le emozioni e ora la squadra della presidentessa Sara Olivieri prova la fuga, visto i quattro punti di vantaggio sulla seconda posizione in classifica, ora occupata dall'Ares Calcio Verona.

Nel girone D l'Atletico Vigasio 2008 dilaga nel derby contro il Real Vigasio e segna ben sei reti: la squadra del presidente Pozza si stacca dal Cologna Veneta, sconfitto in trasferta dal Boys Buttapedra, con quest'ultima che torna a vincere dopo quattro giornate.

Le squadre che finora hanno vinto di più sono quattro e con otto vittorie troviamo Gargagnago, Quaderni, Valtramigna Cazzano e Atletico Vigasio e neanche a farlo apposta, sono tutte in testa alla classifica.

Con trentasei reti all'attivo, l'Atletico Vigasio è la squadra che ha il miglior attacco, mentre con otto gol subiti il Gargagnago è la formazione che ha la difesa meno perforata.

Il Giovane Povegliano conferma di essere poco incisivo in attacco con sole due reti messe a segno, mentre il Rosegaferro è la difesa più disastrosa, con la propria porta  già gonfiata trentaquattro volte.

L'undicesima giornata ha registrato gol a raffica in tutti i gironi e solo in due gare non si è segnato, ossia Negrar-Caselle e Team San Lorenzo-Lazise.

Non sono mancate le vittorie esterne e nel girone D sono state ben cinque le affermazioni lontane dalle mura amiche, contro le tre del girone A e B e le due del girone C.

Sono solo in tre le squadre che finora non hanno ancora pareggiato: Valtramigna Cazzano, Bonavigo e Giovane Povegliano, con quest'ultima che finora ha conosciuto solo sconfitte.

Il Porto interrompe la serie positiva, ad ogni modo è la squadra che ha pareggiato più di tutte: ben sette i pareggi centrati dai bianco-rossi di mister Stefano Rossignoli e con sei troviamo Team San Lorenzo, Alpo Club 98, Alpo Lepanto e Bovolone.

Oltre al Giovane Povegliano, altre due squadre devono ancora brindare al primo successo stagionale e sono Team San Lorenzo e Brendola.

Terza Categoria

Dopo nove giornate di campionato, delle tre capoliste dei rispettivi gironi, solo la Scaligera Sporting Club Lavagno non vince; poker per la Polisportiva Albaré Consolini contro il Valdadige, mentre la Bonarubiana s'impone in trasferta contro il Bergantino.

Lo Sporting Salionze supera 5-3 il Fane e centra la prima vittoria stagionale, lasciando quest'ultima a zero punti.

Con trentuno reti all'attivo , la Polisportiva Albaré Consolini è la squadra che ha segnato di più di tutta la terza categoria, mentre il Roverchiara è quella con l'attacco meno incisivo, visto che i gol realizzati  sono stati finora solo cinque.

La difesa meno perforata è quella della Scaligera Sporting Club, che ha visto la propria porta gonfiata solo sei volte, mentre allo Sporting Salionze va il record negativo delle reti subite, che sono state ben 36.

Nel girone B la nona giornata è caratterizzata da tre pareggi e nessuna vittoria interna, mentre sono state addirittura tre le affermazioni lontane dalle mura amiche.

La vittoria più netta è stata quella ottenuta dal Boys Gazzo, che ha battuto 5-0 il Castagnaro e tra i marcatori in evidenza Cappellaro, autore di una tripletta.

Le squadre che finora hanno conosciuto o vittorie o sconfitte e devono ancora pareggiare sono cinque: Pizzoletta, Lessinia, Vestenanova, Boys Gazzo e Sustinenza Calcio, mentre manca ancora la prima vittoria stagionale per Fane e Castagnaro.