ART Breaking NEWS

Sorrentino non basta ma la bandiera è sempre Pellissier


Sorrentino 6– Subisce quattro reti senza colpe ma ne evita altrettante. Frey 4- Prima tempo da incubo, sembra essere rimasto a casa dalla facilità con cui gli atalantini sfondano dalla sua parte, meno peggio, la ripresa, anche perché cambiano fascia. Dainelli 5- L’esperienza contro la freschezza non basta, netto il divario con le speranze orobiche.   Gamberini 5 –Stesso situazione del compagno di reparto, cerca in tutti i modi di tamponare ma, sempre con una frazione di ritardo. Gobbi 5- Per gran parte del primo tempo, non corre rischi, anche perché era l’altra fascia a essere sotto pressione, poi, anche per lui, sorci verdi.  Castro 4,5- Il suo dinamismo si è fermato nell’anno vecchio, mai d’aiuto al povero Frey vagola per il campo senza metà.  Radovanovic 5- Cerca di dare ordine alla squadra ma i suoi sono ritmi slow contro i rock degli avversari. De Guzman 5- Degna copia di Castro, si salva perché sta in campo un solo tempo. Bastien 5- Secondo spezzone di gara, l’impegno non manca ma è troppo poco.  Birsa 5- Tenta di prendere in mano la gara ma non sono i suoi ritmi, vede sfrecciare gli avversari come bolidi di formula uno mentre lui è su un kart. Kiyine s.v. – Debutto per il diciannovenne belga marocchino. Meggiorini 5- Vince qualche duello in testa ma poi non trova più la palla, non rientra nella ripresa.  Floro Flores 5,5- Cerca subito il goal che trova, ma, era in fuori gioco, perde l’attimo sul servizio di Gobbi e si fa respingere il tiro che poteva portarlo alla prima segnatura con la maglia clivense. Pellissier 6,5- Il capitano è sempre lui, un’opportunità nella ripresa e la sfrutta al meglio. Anticipa di giustezza il portiere e, con freddezza glaciale, scarta un difensore prima di insaccare la rete centodue del suo palmares.