ART Breaking NEWS

Spal / Hellas Verona 1-3


Brillante vittoria dell’Hellas Verona che espugna il Mazza di Ferrara. Pecchia recupera, in difesa, Caracciolo, che ha scontato la squalifica, e Pazzini, al centro dell’attacco, quindi lancia, dal primo minuto Valoti, sull’esterno sinistro. L’Hellas spinge subito e, al sesto, passa in vantaggio. Romulo ruba palla sulla trequarti e serve Pazzini che, di prima, apre per Valoti il cui diagonale s’infila sul secondo palo. Pisano rimane a bordo campo per quattro minuti per farsi medicare una ferita all’arcata sopraciliare. Il gioco è completamente nelle mani degli scaligeri che accusano, poco prima della mezzora l’ammonizione di Fossati. C’è un tiro di Pazzini, su punizione, da lui stesso conquistata, che sfiora la traversa e, quattro minuti dopo, Valoti ruba palla alla difesa in uscita e lancia Pazzini che con un delizioso colpo sotto supera per la seconda volta il portiere spallino. Prima della fine del tempo anche Luppi finisce sul taccuino dell’arbitro. Partita a senso unico con una Spal completamente disorienta e in balia dei gialloblù che, però, talvolta gigioneggiano troppo. La ripresa inizia com’era finito il primo tempo con l’Hellas padrone del campo. Prima del decimo, l’azione più spettacolare della partita. Il Verona parte dalla propria metà campo facendo girare la palla di prima toccata un po’ da tutti poi Pisano pennella un grande cross per lo stacco di Pazzini vanificato dalla bella parata del portiere. Improvvisamente, poco dopo il decimo, Mora sfrutta una dormita generale della difesa per trafiggere Nicolas. I gialloblù non modificano il loro atteggiamento e sette minuti dopo triplicano. Bessa batte un angolo, la difesa respinge recupera palla Romulo che appoggia ancora a Bessa che serve di precisione Valoti che, dai venti metri, tira di prima intenzione una rasoiata che s’infila a fil di palo con Meret pietrificato. Al ventesimo iniziano i cambi di Pecchia che richiama Pazzini per Ganz, quindi Bessa per il debutto di Maresca e infine Valoti per Gomez. C’è il tempo per vedere una bella parata in due tempi di Nicolas quindi Romulo e Gomez sfiorare il poker e poi Abbatista manda tutti sotto la doccia. Primo successo esterno della squadra di Pecchia che ha imposto, alla giovane Spal, i diritti della più forte. Primo tempo eccellente, ripresa, a parte la dormita del goal, di grande autorità. Domenica al Bentegodi sfida rivincita con il Frosinone.