ART Breaking NEWS

Stefano Paganetto analizza la giornata nei dilettanti dopo le gare di Domenica 12 Marzo


ECCELLENZA

Non arrivano scossoni nel campionato d'Eccellenza dopo la ventiquattresima giornata, nona del girone di ritorno. Brava l'Ambrosiana, che supera in rimonta la Belfiorese e riscatta così il passo falso di domenica scorsa a Marostica: i rossoneri di Tommaso Chiecchi conservano così il comando della classifica. E' un turno positivo per Caldiero Terme e Villafranca, ma sarebbero stati dolori se non avessero vinto contro Loreo e Thermal Teolo. Che dire poi delle altre squadre di casa nostra? Il Cerea del presidente Doriano Fazion è in crisi profonda e nella sfida casalinga contro l'Euromarosticense subisce l'ennesima sconfitta: la classifica ora si fa davvero preoccupante e altre erano le ambizioni a inizio stagione. Il Bardolino di mister Giuseppe Brentegani mastica ancora amaro: va per primo in vantaggio, poi subisce l'ennesima rimonta, questa volta a Cartigliano. Le sconfitte di Oppeano e Team Santa Lucia Golosine ci possono anche stare: troppo netto il divario con squadre dal calibro di Clodiense Chioggia e Piovese.

PROMOZIONE

A vedere il campionato di Promozione, sembra accesa solo la zona retrocessione con Nogara e Olimpica Dossobuono che sono vive e lo dimostrano con i successi in trasferta contro Union Grezzana e Povegliano. I piani alti della classifica vanno in secondo piano: la Provese supera l'ostacolo Montebaldina Consolini e vede sempre più vicina l'Eccellenza, anche perché la prima diretta rivale San Martino Speme non sa approfittare del turno casalingo e perde in casa contro il Sona M. Mazza. Il Garda supera il Valgatara con quest'ultima che ha già la testa già alla gara di coppa; il Cadidavid perde contro l'Aurora Cavalponica. La Polisportiva Virtus s'impone nella tana dell'Alba Borgo Roma lasciandola da sola all'ultimo posto; il Lugagnano supera il San Giovanni Lupatoto: per entrambe, i successi sono vere e proprie boccate d'ossigeno per tenere a distanza la zona play out.

PRIMA CATEGORIA

Nel girone A di Prima Categoria ritrovano il sorriso, dopo un periodo difficile, San Zeno e Parona che così mantengono inalterato il loro distacco dalla capolista Croz Zai che, pur soffrendo, fa il suo dovere e alla fine la spunta contro l'Arbizzano. I granata del presidente Gianfranco Casale battono il Gabetti Valeggio che vede sempre più vicina la retrocessione in Seconda, mentre Danile Begnoni e compagni centrano il colpaccio contro il Castelnuovo Sandrà. Turno da dimenticare per Concordia, Scaligera 2003 e Valpolicella con tutte e tre che cadono in modo inatteso in casa: i ragazzi di Nicola Chieppe si arrendono al Quaderni che segna quattro reti; gli isolani di Nicola Bertozzo con altrettanti gol, vengono sorpresi dal Caselle mentre per i valpolicellesi del presidente Fernando Boscaini è turno da dimenticare contro il Pastrengo. La posta in palio troppo calda blocca Audace e Peschiera che così non riescono a superarsi e la gara termina senza reti; si dividono la posta Calcio Bussolengo e Pedemonte con due reti a testa. Il girone B si conferma avvincente: per la vittoria finale del campionato, sarà lotta a tre tra Valdalpone Roncà, Tregnago e Albaronco, che non deludono nemmeno in questa ventiquattresima giornata. Ben cinque le reti per la capolista di mister Salvatore Mantovani alla Juventina Valpantena, quattro i gol dei gialloblù di mister De Fazio al fanalino di coda Sossano Villaga Orgiano mentre Cavazza è il match winner della sfida contro il Cologna Veneta.  Non vuole perdere il treno dei play off il Casaleone, vittorioso contro il Boys Buttapedra e ora i leoni della bassa agguantano il quarto posto. Il Valtramigna Cazzano cala il poker contro l'Union Sportiva Alte Ceccato; tre punti fondamentali per il Bevilacqua contro il Sanguinetto Venera: fosse finito il campionato, sarebbe salvezza per i castellani guidati da Adriano Laperni. Non si fanno male Pro San Bonifacio e Isola Rizza mentre lo Zevio torna a fare punti, pareggiando contro il San Giovanni Ilarione.

SECONDA CATEGORIA

In Seconda Categoria nel girone A arrivano tutti pareggi per le prime quattro della classifica: il Calmasino 2003 pareggia contro il BureCorrubbio ma non ne approfittano né  il Team San Lorenzo, che si deve accontentare di un punto contro il Lazise, né il San Peretto che non va oltre il pari contro il Cavaion. Nel girone B il Mozzecane vince nella tana della Scaligera Sport Club Lavagno e conferma i nove punti di vantaggio sull'Ares Calcio Verona, che centra il colpaccio contro il BorgoPrimomaggio mentre, a sorpresa, perde il Real GrezzanaLugoValpantena. Nel girone C non conoscono ostacoli Montebello e Elettrosonor Gambellara, che fanno il loro dovere nelle sfide contro Grancona e Locara. Nel girone D il Pozzo cade ancora, questa volta contro il Boys Gazzo; l'Atletico San Vito vince a Vigo e torna solitario in vetta.

TERZA CATEGORIA

In Terza Categoria la ventesima giornata di campionato, settima del girone di ritorno conferma due squadre in vetta nei gironi A e B. Da una parte c'è il Verona International del presidente Alban Saraci che supera l'ostacolo Crazy Fc e porta a sei le lunghezze sulla prima diretta rivale, l'United Sona Psg; dall'altra c'è il Bonavigo, con la squadra di mister Giorgio Meneghini che supera il Dorial e conserva le quattro lunghezze di vantaggio sulla seconda Bonarubiana che batte nello scontro diretto l'Aurora Marchesino. Nel girone A della terza di Vicenza, il Giovane Santo Stefano batte nel derby il Gazzolo 2014 e lo scavalca portandosi così da solo in vetta; terzo posto per il Boca Junior: dunque tre veronesi nei primi tre posti.