ART Breaking NEWS

UDINESE / HELLAS VERONA 1-3


Anno nuovo, Hellas Verona vecchio. I gialloblù, alla ripresa del campionato, ripartono con la stessa marcia con la quale avevano concluso il 2013, espugnando, con gran merito, il “Friuli” e infliggendo una secca sconfitta all’Udinese. Mandorlini conferma difesa e mediana preferendo, in avanti, il duo Jankovic, Martinho a supportare l’intoccabile Luca Toni. Partenza decisa dei friulani, che reduci dal successo di Livorno, vogliono riconfermarsi sul terreno amico, ma, prima del decimo, Martinho ruba palla a Basta e lancia Toni che, dal limite, fa partire un tiro velenoso che beffa Brkic. La squadra di Guidolin non demorde e comincia a pressare gli scaligeri che però si difendono con ordine senza correre particolari pericoli. Ci si avvia alla fine del tempo ma, al quarantesimo, l’inesauribile Romulo recupera palla e mette in profondità per Toni che, con un’acrobatica spaccata anticipa l’uscita del portiere e segna la nona rete del suo straordinario campionato. Al quarantatreesimo Pereyra, con una spettacolare girata, buca un incolpevole Rafael. La ripresa vede sempre i bianconeri riversarsi nella metà campo scaligera ma un’ermetica difesa vanifica tutti i loro sforzi. Dopo una ventina di minuti, Mandorlini effettua un doppio cambio fuori Jankovic e Martinho per Iturbe e Juanito Gomez. Le forze fresche contribuiscono a raffreddare i bollori friulani che però, al settantesimo chiamano, con Totò Di Natale, Rafael a un doppio straordinario intervento. Come, spesso succede, a goal sbagliato goal subito, infatti, dopo, due minuti, Iturbe ruba palla a Danilo, all’altezza della fascia laterale di metà campo, s’invola verso l’area quindi, salta due avversari e, cadendo, calcia delicatamente, di sinistro, verso la porta, il pallone colpisce il palo e rotola dolcemente in fondo al sacco. Termina così questa impegnativa e pericolosa trasferta che porta l’Hellas, grazie anche alla sconfitta dell’Inter, al quinto posto in classifica con ben trentadue punti a venti giornate dalla fine di un campionato che, è stato, fino questo momento straordinario e spettacolare.