ART Breaking NEWS

Chi mangia il radicchio rosso di Verona vive sano e felice


Soprendenti le  ultime ricerche dei laboratori dell' Università Ca' Foscari di Venezia, dove  si è riscontrato che le proprietà organolettiche del nostro radicchio rosso,  favoriscono la buona funzionalità degli organi vitali del nostro corpo confermando la positiva influenza sulle cellule del nostro cervello, portando il buon umore e il rilassamento del nostro sistema nervoso,  aiutando le zone cognitive a liberarsi dallo stress quotidiano. Pertanto si potrebbe dire paradossalmente che chi mangia il radicchio rosso di Verona vive sano e felice. Naturalmente se abbinato ad un sano movimento, si otterrà un ottimo risultato per la prevenzione delle malattie del nostro tempo.

Con questi risultati si presenta il "XIV Concorso del Radicchio D'argento", in programma al Castello di Bevilaqua nella serata di mercoledi  25 ottobre, promuovendo una tavola rotonda  organizzata dalle ore 18.00, dove sono state invitate Autorità, esperti di Gastronomia di fama nazionale e giornalisti del settore.

Per il concorso, i  5  cuochi  selezionati per i relativi ristoranti  sono Claudio Bonometti  del Sapor di Gelato di  Pescantina, Galliano Pasetto  del Ristorante da Aldo di Aselogna, Gianluca Casini di Arte in cucina Dusseldorf Germania, Flavio Pedaci del Ristorante Don Fausto Vernole (LE), Domenico Privitera dell' Hosteria  pane e Olio  di  Catania, Enrico Buffo dell'osteria Trapper di  Casaleone e fuori concorso Giorgio Sbizzera che preparerà il risotto della Carpanea  al radicchio IGP. Le loro pietanze tutte a base di radicchio saranno servite ai circa 150 ospiti del galà ed una giuria di esperti designerà il vincitore.

I temi della tavola rotonda della XIV^ edizione concorso gastronomico “Radicchio d’Argento 2017”:

-Alimentazione bellezza, Turismo di Relazione

-Radicchio Veneto: 4 Identità diverse …..Obbiettivo comune

-L’oro rosso” il Radicchio Veneto” IGP sulle tavole d’Europa

-Studio sulla possibilità di creare percorsi continuativi per la divulgazione e la conoscenza dell’importanza di una corretta igiene alimentare per la prevenzione delle malattie tipiche ed insidiose del nostro secolo, in sinergia con il piacere del turismo rurale e di relazione.

La tavola rotonda, come spiega Claudia Defanti cordinatrice dell'evento  del 25 Ottobre, vuole stimolare ed approfondire la conoscenza e l’importanza del prodotto, per soddisfare la richiesta del mercato di prodotti orticoli freschi e conservati, allo scopo di ottenere un’alimentazione sana e nutriente; creare una cultura alimentare con finalità e studio di salutare benessere con il prodotto agricolo stagionale “Radicchio Rosso Veneto”, creando una rete di contatto e di studio progettuale tra i Comuni produttori del“Radicchio Veneto IGP” delle Provincie di Treviso, Verona e Chioggia, dando vita ad un centro innovativo per la divulgazione fuori dai confini nazionali. Inoltre si punta a  creare un osservatorio gastronomico alternativo che abbia come obiettivo la divulgazione della ricchezza storica e culturale del territorio Veneto, con l’obbiettivo di incrementare il turismo rurale ed attuare una compartecipazione tra le istituzioni delegate all’igiene alimentare e le attività agricole, artigianali commerciali e di ricezione turistico-gastronomica della pianura veneta, favorendo indirettamente la commercializzazione del nostro prodotto di eccellenza in Italia e in altre regioni Europee, consolidando la collaborazione con l’ass.ne F.I.C.E Italia e C.E.U.C.O.Europa, al fine di promuovere convegni nei luoghi deputati al prestigio dell’alta gastronomia nazionale, esaltando tutti i prodotti IGP locali che possono portare valore aggiunto al nostro Radicchio rosso Veneto.

Una sezione speciale verrà riservata alla “Via Historica” all’interno di “Usi &Costumi - Viaggio nel tempo tra luoghi, sapori e ricerche storiche”, per risalire alle origini delle prime raccolte spontanee del radicchio Cichorium Intybus.

L'appuntamento annuale ha sempre avuto come finalità la valorizzazione delle nuove opportunità di sviluppo economico correlato all’agricoltura, turismo rurale e gastronomico.

Per l'occasione sarà presentato la nuova edizione del ricettario in versione Inglese e Tedesco che verrà distribuito gratuitamente ad Enti ed operatori turistici.