ART Breaking NEWS

Fulmine a ciel sereno: Stefano Rossignoli si è dimesso dal Gsp Vigo 1944


Iniziano nei dilettanti a tremare le panchine. Quando per una squadra non arrivano i risultati, oppure la partenza non è tra le migliori, i primi a pagarne le conseguenze sono sempre gli allenatori.  

Con questa premessa, si libera la prima panchina nel girone D di Seconda Categoria e quello in casa del Gsp Vigo 1944 è un vero e proprio fulmine a ciel sereno, con l'allenatore Stefano Rossignoli che ha dato le dimissioni alla società subito al termine della gara interna contro l'Atletico Vigasio, conclusa con la vittoria di quest'ultima. Dopo cinque giornate la formazione legnaghese ha raccolto quattro punti frutto della vittoria contro il Sustinenza e il pareggio con la Nuova Cometa Santa Maria, mentre le sconfitte sono state affrontando Albaredo calcio, Castel d'Azzano e appunto Atletico Vigasio domenica scorsa. Mister Rossignoli era tornato ad allenare il Vigo proprio l'anno scorso: la rosa della squadra era stata profondamente rinnovata dopo la retrocessione in Terza Categoria e a lui va il merito di averla riportata subito in Seconda.

Così il tecnico: "L'ultima battuta d'arresto e i pochi punti ottenuti dalla squadra non sono state le cause principali delle mie dimissioni. Purtroppo avevo già notato che da un po' di tempo erano venute a mancare le condizioni per lavorare in fiducia e in sintonia e se mancano queste componenti non si va da nessuna parte. Aggiungo che se viene meno il rispetto dei ruoli tra giocatori, allenatori e società, non si esce dalle situazioni difficili". L'attenzione del mister si sposta all'analisi del campionato: "So che il girone D di Seconda Categoria è agguerrito con molte squadre che sono state allestite per vincere e non per niente quest'estate ho sottolineato come l'obiettivo principale del Gsp Vigo 1944, essendo una neo promossa, fosse di raggiungere quanto prima la salvezza. L'Atletico Vigasio mi ha fatto una bella impressione e ha tutte le carte in regola per recitare un ruolo da protagonista. Il mio rammarico? Contro il Castel d'Azzano abbiamo disputato una grande partita, ma siamo stati sconfitti per una nostra disattenzione nei minuti finali, quando ormai pregustavamo di portare a casa un punto".

In merito alle dimissioni di Stefano Rossignoli, si esprime il presidente Raimondo De Angeli: "Non nascondo il mio dispiacere, perché ho molta stima del tecnico. L'ho contattato per fargli cambiare idea, ma non ci sono riuscito e ad ogni modo in nome di tutta la società lo ringrazio per il lavoro svolto". 

Domani il Gsp Vigo 1944 affronterà in trasferta il Gips Salizzole che in classifica ha quattro punti in più e nell'ultimo turno ha pareggiato con il Castel d'Azzano.

Conclude Rossignoli: "Ho sempre messo a disposizione di tutti la mia professionalità, capacità e serietà, ma evidentemente non è bastato. Spero solo che la mia decisione sappia dare la scossa giusta a tutto l'ambiente per ripartire e raggiungere gli obiettivi prefissati a inizio stagione".