ART Breaking NEWS

Isuzu Enermia Cerea ad un solo punto dalla capolista


UNION VOLLEY JESOLO – ISUZU ENERMIA CEREA 0-3 
19-25, 19-25, 27-29 
Union Volley Jesolo: 
Burigotto 1, Dainese, Galazzo, D'Este 11, Silotto 4, Girotto 6,Lamartina 7, Agostinetto 4, Sgherza 10, Biancotto (libero), Palatron (libero). N.e. Bragato, D'Iseppi, Enzo, Montagner
All. Pavoncelli. Isuzu Enermia Cerea:
Borin 9, Brutti 8, Caruzzi 3, Angelini 9, Zampieri 22, Ghezzi 8, Pericati (libero), Zilio. N.e. Marconcini, Fiorini, Zaniboni, Coscia, Mirandola. 
All. Bertolini – Boarotto 
L’Isuzu Enermia è tornata ieri sera da Jesolo con i preventivati tre punti, dal momento che affrontava il fanalino Union Volley ancora a secco di vittorie, pur con qualche brivido nel finale del terzo set dove ha chiuso ai vantaggi. 
Un successo che vale doppio dal momento che le ragazze di Marcello Bertolini si trovano ora ad una sola lunghezza dalla capolista Emilbronzo 2000 Montale, sconfitta al tie-break a Padova da Le Ali. Guadagnano, poi, un punto di distacco sulla terza, il Millenium Brescia, ed ora sabato prossimo, ricevendo a San Vito di Cerea un Atomat Udine che non è certo squadra di prima fascia, hanno la possibilità di allungare la striscia positiva e consolidare la loro presenza in zona play off. 
Diciamo subito che l'Isuzu Enermia scesa in campo a Jesolo non ha giocato la miglior partita stagionale ma va dato merito all'ultima della classe, una squadra giovane che ha vinto il titolo provinciale under 18, di essersi battuta con orgoglio peccando di esperienza nei momenti cruciali. Avvio equilibrato di partita con le ospiti avanti 16-15 su primo tempo di Angelini e 20-16 su una veloce di Brutti. Il punto del 25-19 arriva su fast di Angelini. Una prima frazione in cui le ceretane hanno commesso 7 errori al servizio ma hanno attaccato col 72% contro il 26% delle veneziane. Nella seconda frazione la compagine di Cristiano Pavoncelli continua ad attaccare con percentuali alquanto modeste, il 27%, abbassando peraltro il livello della ricezione. Resta comunque in gara fino al 16-16, poi nulla può su due servizi vincenti di Borin, mentre la solita Brutti realizza il punto del 23-17 con una splendida fast. Su un muro di Angelini arriva infine il 25-19. 
L'Union Volley non ci sta e parte a spron battuto nell'ultima frazione dove passa avanti 8-7, 16-14 e 21-17. Zampieri mette a segno quattro pipe consecutive annullando così il primo set-ball sul 25-26, poi l'Isuzu Enermia non sbaglia più nulla chiudendo ai vantaggi sul 29-27. 
Caruzzi e compagne hanno attaccato complessivamente col 57%, stessa percentuale al servizio. Gli errori diretti in ricezione sono stati 12, 13 i servizi errati e 7 gli ace di cui 3 di Borin. Ottima la prova di capitan Zampieri che ha chiuso in fase offensiva col 72%. 
Per quanto riguarda i muri 5 sono stati quelli messi a segno, di cui 3 dalla sola Angelini. Guardando in casa Jesolo, ha attaccato col 32% e ricevuto col 37%, commettendo 12 errori in ricezione e 10 in battuta. Tra le singole da sottolineare la prestazione di Alessia Sgherza e di Silvia D'Este, le più incisive in fase offensiva.