ART Breaking NEWS

Montorio nella storia come Pescantina San Lorenzo, Arbizzano, Santo Stefano Zimella e Garda


Il 2018 sarà un anno da ricordare per il Montorio, che, di fatto, entra nella storia. La vittoria del campionato nel girone C di Seconda Categoria e la successiva conquista del titolo regionale sono state un grande risultato sportivo per la formazione del direttore sportivo e nel corso del campionato anche allenatore Stefano Menini, tuttavia andando indietro con il tempo ci sono state altre squadre veronesi che si sono aggiudicate due titoli consecutivi nella stessa stagione e hanno potuto doppiamente esultare.

Solo undici anni fa, ossia nel 2007, il Pescantina San Lorenzo, la società non si era ancora fusa con il Settimo prendendo la denominazione attuale Pescantina Settimo, trionfò con merito nel girone A di Seconda Categoria e si aggiudicò anche la Coppa Veneto sconfiggendo nella finalissima il Thermal Abano. A guidare quella squadra c'era Antonio Malizia, ora fermo ma con la voglia di tornare presto su una panchina e tra i giocatori, non si possono dimenticare Gianluca Marastoni, quest'anno mister nel Team San Lorenzo e nella prossima il Valpolicella, gli attaccanti Alberto Donatoni, Damiano Pace e Giuseppe Pace, che chiusero tutti e tre in doppia cifra.  

Non si può poi dimenticare il 2010, con l'Arbizzano che disputò la sua miglior stagione di sempre in Seconda Categoria: vinse con merito nel girone A e conquistò il titolo regionale, sconfiggendo la veneziana Real Martellago nella finalissima.  La squadra era guidata da Antonio Ferronato e quell'anno fu da incorniciare per il portiere Emanuele Carli, che detenne l'imbattibilità per oltre millecento minuti e tale record resiste ancora.     

Nel 2011 si contraddistinse invece il Santo Stefano Zimella: il team allora guidato da Freddy Serato trionfò nel girone D di Seconda Categoria e poi vinse il titolo regionale sconfiggendo nella finalissima la vicentina Sitland Rivereeel. Quella squadra, dove spiccava tra gli altri l'eterna punta Mirko Cengia che segnò venti gol, raggiunse poi in pochi anni la Promozione.   

Infine il 2012 fu da ricordare per il Garda: i lacustri allora allenati da Gabriele Tommasi vinsero nel girone A di Seconda Categoria e trionfarono anche nel titolo regionale, sconfiggendo il Passerella (ora San Donà) nela finalissima. In quella squadra spiccò Lorenzo Pinamonte e solo lui segnò la bellezza di ventiquattro gol.

 

nella foto Antonio Malizia