ART Breaking NEWS

NIGHT CIRCUS, Venerdì 1 dicembre ore 20.45 al Teatro Salieri di Legnago


Venerdì 1 dicembre alle 20.45, sarà lo spettacolo di danza acrobatica Night Circus della compagnia Recirquel Contemporary Budapest ad inaugurare la rassegna di Danza 2017-2018 del Teatro Salieri. Ore 20.00, al Ridotto del Teatro, conversazioni sullo spettacolo con Alessandro Serena, direttore scientifico di Open Circus. Night circus è il primo lavoro della compagnia RECIRQUEL ed è un viaggio notturno e magico ambientato a 10 metri d’altezza, tra i muri sbriciolati di Budapest.

Gli artisti nei loro vari numeri mostrano gli aspetti nascosti della loro personalità tutti intenti a soddisfare il loro irrealizzabile e antico desiderio di volare. Lo spettacolo accosta simboli eterni di tempi antichi a rappresentazioni di favole conosciute ed elementi mitologici che portano il pubblico in un’atmosfera sognante e poetica. Il titolo dello spettacolo si riferisce alla rinascita del circo classico con elementi di nouveau cirque in un metaforico viaggio dal giorno alla notte. Accompagnata da musica eseguita dal vivo al pianoforte, la prima creazione di Recirquel ha incantato il pubblico di tutto il mondo con eccellenti critiche.

Biglietti: da € 14 a € 25; per gli under 18, prezzo speciale di 8€ per ogni categoria di posto. I biglietti sono in vendita anche al telefono, con carta di credito; online, www.teatrosalieri.it La compagnia Recirquel è stata fondata a Budapest nel 2012 dal direttore e coreografo Bence Vági. La sua visione di una nuova forma di circo in Ungheria prende proviene da una lunga tradizione. Il circo classico ungherese nasce nel 1800 e Budapest è stata la sede di una delle più vecchie scuole di circo in Europa, fondata nel 1950. Con Recirquel, la fi nalità di Vagi è quella di creare in una espressione unica tutto quello che proviene dall’eredità culturale mitteleuropea e che possa avvicinare le distanze tra teatro fi sico, danza e circo e presentare questo nuovo genere di circo contemporaneo al mondo. Dalla formazione di Recirquel nel 2012, gli artisti sono cresciuti assieme alla compagnia. Attraverso le loro esperienze professionali hanno creato una comunità forte, una specie di famiglia come nelle vecchie compagnie circensi. Il forte spirito di gruppo arricchisce ognuno dei talenti individuali, approfondendo la visione artistica del direttore e spingendoli alla scoperta di nuovi aspetti della loro personalità. Invece di scegliere nuovi artisti per ogni creazione, lo spirito della compagnia è quello di stimolare e esaltare la creatività di ogni performer. La creazione di un nuovo spettacolo consiste in una iniziale fase di ricerca che dura dai cinque ai sei mesi, seguita poi da quattro mesi di lavoro creativo con l’equipe artistica e i performers. Le loro creazioni avvolgono il pubblico e fanno svanire la distanza tra attore e spettatore. Frédéric Jérome, direttore de Les Folies Bergère music hall a Parigi, ha descritto i loro lavori “come una medicina per l’anima”. Il primo show di Recirquel, Night Circus, ha debuttato nella primavera del 2013 ed è stato un grande successo. La giovane compagnia non solo ha accolto grandi consensi da parte del pubblico, ma ha anche ottenuto un supporto pratico dalla principale istituzione culturale ungherese, the Palace of Arts - Müpa Budapest. Csaba Káel, Müpa’s CEO, ha avuto un ruolo importante nel trovare una casa per il nouveau cirque, in un luogo precedentemente deputato alla musica classica, jazz e world e danza. Nella primavera del 2014, The Naked Clown, il secondo spettacolo della compagnia, è stato presentato al Budapest Spring Festival. Nello stesso anno la compagnia ha realizzato la propria terza produzione, Paris de nuit, portando in vita il lavoro del famoso fotografo ungherese Brassai che ha catturato l’atmosfera decadente e languida delle notti della Parigi anni 30. Nell’autunno del 2015 Bence Vági ha creato Non Solus, un originale incontro tra danza e circo avvolto in un mondo pieno di illusioni in cui i due performer raccontano la storia di due esseri umani che si cercano ed esplorano il lato più profondo della loro immaginazione. Tutte e quattro le produzioni sono in tour in tutto il mondo e rappresentano una nuova forma del circo contemporaneo ungherese, realizzando la visione artistica del direttore Bence Vági.