ART Breaking NEWS

Romeo e Giulietta "Ama e cambia il Mondo" @Hydrogen Festival


Ancora Anfiteatro Camerini, ancora Company Arena, Hydrogen Festival ma questa volta in una chiave diversa: tantissime sedie davanti al palcoscenico chiuso con un grande tendone su cui viene

proiettato un libro antico e c’è un pubblico formato da persone di ogni età, dai bimbi agli adulti e un po’ più in là.

C’è “Romeo e Giulietta – Ama e cambia il Mondo” di scena.

Opera prodotta da David Zard già stata rappresentata in 11 città Italiane per 260 rappresentazioni a cui si andranno ad aggiungere queste di Piazzaola sul Brenta fino a venerdi 19/06; tanto per dare un numero 600.000 spettatori in tutto il Mondo.

Le pagine di quel libro immaginario iniziano a scorrere e lo spettacolo vero e proprio va ad iniziare.

A parere nostro crediamo che non sia facile catturare a carattere emotivo un pubblico, specialmente quando una storia è già molto nota e rivisitata in varie forme, ma viene apprezzata molto la linearità che da subito viene mostrata nel voler arrivare a tutto il pubblico, anche a quei pochi che magari non ne conoscono la trama.

E forse il segreto del successo di questo musical è proprio questa semplicità nell’esporre assieme ad un gioco scenico prospettico con rivisitazioni particolari delle ambientazioni – una su tutte quella del mitico balcone – oltre ad un cast che da il meglio di sè a livello canoro.

I costumi differenziano le due famiglie: Montecchi principalmente vestiti con tonalità verdi e blu, Capuleti con rosso ed arancione, tra duelli ed insulti, tra un’esplosione di musica e balli. Molto spazio di scena alle 2 madri e a Benvolio e Tebaldo più che ai due padri. Una Giulietta strepitosa amata da un Romeo a tratti forse un po’ troppo monocorde. Scena chiave molto emotiva e un gran finale che si prende oltre agli occhi anche il cuore.

 

Musiche di Gérard Presgurvic, testi di Vincenzo Incenzo, regia di Giuliano Peperini.

 

Cast: Giulia Luzi (Giulietta), Federico Marignetti (Romeo), Luca Giacomelli Ferarrini (Mercurio), Riccardo Maccaferri (Benvolio), Gianluca Merolli (Tebaldo), Leonardo Di Mimmo (Principe), Vittorio Matteucci (Conte Capuleti), Barbara Cola (Signora Capuleti), Roberta Faccani (Signora Montecchi), Silvia Querci (Nutrice), Giò Tortorelli (Frate Lorenzo)