ART Breaking NEWS

Zaccagni affossa il Brescia


Nicolas 6– Al limite del senza voto, mai un tiro nello specchio della sua porta. Ferrari 6,5– Come cresce l’ex Bologna. Attentissimo in difesa, ottimo nelle fasi finali, si fa vedere anche in avanti e si dimostra uno con le idee chiare.  Bianchetti 6- Andrea Caracciolo gli ha giocato più di un brutto scherzo quindi lo affronta con un po’ di soggezione, la supera e non corre pericoli. Caracciolo 6,5– Nei primi dieci minuti, pur subissato di fischi dai suoi ex sostenitori, va avanti per la sua strada ed è il primo a rendersi pericoloso, poi domina con assoluta tranquillità la propria area. Souprayen 6- Soliti pregi e difetti, non corre rischi in difesa ma, quando attacca, sfruttando la propria velocità, una volta arrivato, verso l’area avversaria, non sa più cosa fare e…pasticcia. Romulo 6 – Sembra impossibile che un giocatore delle sue qualità non abbia mai la freddezza nell’ultimo passaggio. Ha l’opportunità di chiudere la gara ma, incredibilmente, si fa rimontare da un difensore.  Zuculini B. 6- Gioca davanti alla difesa ma, non trova il tempo e la giusta calma per organizzare il gioco, meglio quando deve spazzare via. Zaccagni 7- Match winner della gara, corre come un forsennato e, quando dopo un contropiede, fermato per un dubbio fuorigioco, crolla per problemi muscolari, la sostituzione è un giusto premio.  Fossati s.v.- Sostituisce l’esausto Zaccagli cercando di dare ordine al centrocampo. Bessa 7– Il suo tocco è meraviglioso purtroppo, talvolta è troppo lezioso, spreca anche lui ottime opportunità per mettere in ghiaccio la partita. Pazzini 6- Gioca più lontano dalla porta per favorire le incursioni dei suoi compagni ma, purtroppo, non hanno la sua freddezza al momento di concludere.  Cappelluzzo s.v- Entra per far rifiatare il capitano, ci mette grinta tanto da beccarsi anche un’ammonizione. Fares 6- Vivace nel primo tempo quando attacca una difesa non insuperabile, pronto a ripiegare per dar man forte a Souprayen, anche lui manca nell’ultimo decisivo passaggio. Zuculini F. 6,5- Come arriva in campo comincia a suonare la carica, solo un miracolo, con i piedi, del portiere gli nega la gioia del goal poi recupera un pallone, sembra impossibile non capitalizzarlo e, invece, perde la testa, cercando un improbabile pallonetto con Romulo alla sua destra tutto solo.