Al via la Fiera dedicata al più veronese dei piatti: il bollito con la Pearà


  Tre riconoscimenti al premio Gente di Campagna. Consegnati oltre 15 mila euro raccolti durante la Fiera del Riso per iniziative di solidarietà e per le scuole.

 

Ha preso il via ieri, gioved 13 novembre, la Fiera del Bollito con la Pearà di Isola della Scala (Vr), che fino al 30 di questo mese servirà il piatto tradizionale scaligero ed altre pietanze dell'autunno.

L'evento si tiene all'interno della moderna struttura riscaldata, Palariso. A preparare le carni e la tipica salsa veronese saranno 3 macellerie, per la prima volta tutte di Isola della Scala, nella logica della filiera corta, che contraddistingue le fiere isolane a garanzia della qualità delle materie prime usate in cucina.

Quest'anno la Fiera aprirà anche ad altre regioni. Saranno infatti presenti in due stand gastronomici chef dal Trentino Alto Adige, con piatti tipici preparati dall'associazione cuochi dell'Alto Adige, e dal Friuli Venezia Giulia, con prosciutti e bolliti di Trieste.

Ieri sera sono state consegnate le targhe di Gente di Campagna, un premio istituito dal Comune di Isola della Scala e dedicato a chi ha contribuito a valorizzare il mondo agricolo.

Quest'anno a ricevere il riconoscimento sono stati in tre: Nicola Giuliari, Dino Vantini e Lorenzo Crise. Queste le motivazioni rese note dal Comune.

Giuliari Nicola: per aver saputo innovare l'azienda di famiglia, associando agli allevamenti avicoli e alla produzione di ortaggi moderne tecnologie di generazione di calore ed energia a ridotto impatto ambientale. 

Dino Vantini: dagli anni '60 alla fine del secolo scorso segretario di zona della Coldiretti nell'ufficio di Isola della Scala. Per aver favorito lo sviluppo e la promozione delle aziende del territorio. Si ricorda la costituzione del C.I.M.A. (Comitato isolano Mostre Agricole), creato assieme agli agricoltori locali, che ha avuto Io scopo di valorizzare le produzioni attraverso eventi organizzati sul territorio di Isola della Scala e non solo.

Lorenzo Crise: professore di zootecnia all'Istituto Tecnico Agrario "Duca  degli Abruzzi" di Padova. Uno dei fautori del ritorno ad Isola della Scala negli ultimi anni dei CAITPR, i maestosi Cavalli Agricoli Italiani da Tiro Pesante Rapido che proprio ad Isola sono stati protagonisti del mondo rurale nei secoli passati. Per aver trasmesso ai ragazzi del proprio istituto e ai visitatori della Fiera del Riso la passione per questi animali che rappresentano un pezzo importante della cultura contadina nella terra delle risaie.

 Nella serata sono stati inoltre consegnati, dal sindaco Giovanni Miozzi e dall'amministratore unico di Ente Fiera Luigi Mirandola, i ricavati delle iniziative di solidarietà della Fiera del Riso conclusasi in ottobre. A Uildm-Telethon sono stati devoluti 5528 euro, a San Patrignano 2000, all'Istituto Comprensivo isolano "Fratelli Corrà" 4000 per progetti didattici, all'Enaip di Isola della Scala 5000 euro in alimenti e strumenti da cucina per le lezioni dei ragazzi. 

Giovedì prossimo alle 20.30 si terrà l'VIII edizione del concorso gastronomico "Gran Bollito", dove una giuria di esperti premier il miglior piatto di bollito con la pearà cucinato dalle macellerie presenti in fiera.