Anche a Carpi solo un pareggio


L’Hellas Verona non va oltre il pareggio al Cabassi di Carpi. Grosso lancia ,dal primo minuto, l’ultimo arrivato Vitale, sulla fascia sinistra, mentre conferma a destra Bianchetti, per l’occasione capitano, con Dawidowisz ed Empereur centrali. Danzi, Colombatto e Zaccagni, a centrocampo, Lee, Di Carmine e Di Gaudio in avanti. E proprio l’ex Di Gaudio sfiora la clamorosa rete dopo pochi minuti. Lungo lancio per Di Gaudio che di esterno supera il portiere, in uscita, ma la palla sfiora il palo e va sul fondo. Al ventesimo Dawidowisz è ammonito per un fallo a centrocampo. Poco dopo il ventesimo bel traversone di Bianchetti sul quale non arrivano ne Di Carmine ne Lee. Alla mezzora Silvestri si rende protagonista di un duplice miracolo prima respingendo di piede la botta a colpo sicuro di Arrighini poi allontanando di pugno il tap in di Marsura.  Poco prima del quarantesimo Di Carmine, da posizione defilata impegna il portiere che mette in angolo. Batte Colombatto si avventa Dawidowisz ma la palla finisce sull’esterno della rete. Al quarantatreesimo pericoloso traversone di Jelenic, respinge Silvestri arriva Arrighini nuovo miracolo del portiere che nulla può sul successivo tocco di Di Noia.  Durante il recupero Dawidowicz accusa un problema all'occhio che gli impedirà di rientrare nel secondo tempo. Alla ripresa entra Faraoni con Bianchetti che si sposta centrale. Al quinto punizione di Danzi con tiro finale di Lee che impegna il portiere. Al decimo Grosso richiama Zaccagni per Matos che impegna poco più di dieci secondi per andare in rete. Lungo rilancio dalle retrovie incertezza fra il difensore e il portiere e il brasiliano, di testa, anticipa l’estremo difensore scontrandosi poi con lui mentre il pallone s’insacca.  Dopo quasi cinque minuti Consigli è sostituito da Priscitelli mentre Matos, che ha subito un duro colpo sullo zigomo, rimane a bordo campo per rientrare poco dopo. Poco prima del ventesimo Faraoni impegna, dai venti metri, il portiere. Nel Carpi esce Marsura per Concas che, al primo pallone toccato, colpisce la traversa.  Subito dopo si sgancia Bianchetti che, dopo un entusiasmante slalom, vede i suoi ripetuti tiri ribattuti dai difensori. Alla mezzora, dopo che Poli, sull’unico angolo degli emiliani, ha sfiorato il palo, è il neo entrato portiere ha salvare alla grande su Di Carmine. Subito dopo mischia gigantesca in area con tiri un po’ di tutti i gialloblù ma i difensori riescono in qualche modo a salvare. Grosso richiama Di Gaudio per Tupta per dare maggior vivacità all’attacco. Pochi minuti prima del quarantacinquesimo Empereur sbaglia il tempo dell’entrata favorendo l’ex Cissé che appoggia Concas che dal limite sfiora il palo. In piene recupero Lee, da dentro la area ha l’opportunità di segnare ma ancora una volta i difensori alzano un muro invalicabile. Secondo pareggio consecutivo che non vede l’Hellas tornare al successo nel girone di ritorno. Appuntamento rimandato alla prossima domenica quando al Bentegodi salirà il Crotone