Apre Lazovic ma superman Amrabar è tornato


Silvestri 6,5- Nulla può sul tap in di Candreva, poi è il fuoco amico ad abbatterlo. Riscatta le due ultime deludenti prestazioni. Rrahmani 7- L’assist che confeziona a Veloso merita da solo il prezzo del biglietto. Le palle alte poi sono tutte sue. Kumbulla 6,5- Mezzo punto in meno per come si è lasciato sfuggire Lautaro ma, dopo più di un’ora di violento corpo a corpo contro il tir Lukaku, forse era esausto. (Empereur s.v- un quarto d’ora di grande attenzione). Gunter 6,5- Concede solo le briciole ad Alexis Sànchez, non uno qualsiasi. Faraoni 6,5- Ha due ghiotte opportunità. Sul finire del primo tempo non arriva per questioni di centimetri sul servizio di Veloso nella ripresa, subito dopo il vantaggio nerazzurro, sciupa banalmente ma macina kilometri su kilometri.  Amrabat 7,5- Mezzo punto in meno per la sciocca ammonizione che si becca sul finire del primo tempo. Lotta come se si trovasse in zona di villeggiatura e non nei trenta e più gradi del Bentegodi. Nei sei minuti di recupero s’invola sulla fascia sinistra come se la gara fosse appena iniziata.Superman è tornato.Veloso 7,5- Il professore cancella in un colpo tutte le preoccupazioni, delle ultime gare, sulle sue condizioni. Dirige l’orchestra che sembra Riccardo Mutti poi, s’improvvisa tenore e con due acuti prima colpisce un clamoroso palo poi fulmina Handanovic per il meritato pareggio. Dimarco 6.5- Mezzo punto in meno per la sfortunata autorete. Delizioso il passaggio a Lazovic per la rete del vantaggio, sfiora poi un eurogol con una volée di sinistro che accarezza il palo alla sinistra di Handanovic. (Adjapong 6.5- Entra per l’acciaccato Dimarco e si segnala subito per un paio di diagonali determinanti a fermare ripartenze pericolose degli avversari.) Pessina 6.5- Canta e porta la croce. Molto il lavoro oscuro dell’ex atalantino. Lazovic 7- La partenza è veramente bruciante. Lanciato da Dimarco, irride Skriniar e fulmina il portiere. Anche oggi la catena di sinistra è perfetta. Le grandi corse lo prosciugano e, nella ripresa, lentamente sparisce. Terza rete in campionato. (Verre s.v- Un quarto d’ora per portare energie fresche.) Stepinski 6- Non ha molti palloni giocabili ma l’impegno è tanto per mettere in ansia i difensori.(Di Carmine 6,5- Anche per lui pochi palloni giocabili ma, al quarantesimo, si esalta, dopo aver scippato un pallone a Godin e s’inventa un tiro cross a giro che sfiora l’incrocio dei pali. Una spanna più corto e veniva giù il Bentegodi.)