Arrembante prestazione di Lazovic


Silvestri 6– Non ha colpa sulla rete poi bravo in un paio di occasioni, anche se le più pericolose poi non erano valide per precedenti fuorigioco.  Rrahmani 7 – Tenere Sansone non è facile ma lui ci riesce poi si spinge spesso in avanti ancora un portiere eccezionale a negargli la gioia del primo goal. Gunter 6- La velocità di Orsolini e la fisicità di Santander lo mettono in difficoltà all’inizio poi prende le misure e li annulla.   Kumbulla s.v- Soffre subito la velocità di Orsolini poi prende un colpo sulla tempia ed è costretto a uscire.  (Dawidowicz 7- Buttato in campo senza nemmeno scaldarsi si dimostra prontissimo. Eccezionale recupero a inizio ripresa anche se l’arbitro, lontanissimo, lo spaventa con un rosso e un rigore inesistenti. Benvenuto il Var. Nella ripresa diga insormontabile ma, quando può, spinge anche in avanti. Faraoni 6,5- Il solito grande lavoro sulla fascia. Tenta un paio di volte il tiro ma è contrato dagli avversari. Serve un delizioso assist a Di Carmine ma non ha fatto i conti con un mostruoso portiere. Amrabat 7- La media fra il sei del primo tempo e l’otto della ripresa.  Veloso 5,5- Partita non eccellente per il professore. Il suo ritmo è un po’ troppo blando, anche se, con le palle inattive fa sempre male. (Borini 8- Straordinario debutto per l’ex Milan arrivato da pochi giorni. Sembra abbia sempre giocato con Juric per la volontà e la grinta che mette in campo. Skorupski prima gli nega la gioia del goal poi, però si deve arrendere al suo stupendo terzo tempo, alla fine con uno spettacolare tiro a giro fa la barba all’incrocio dei pali.   Lazovic (foto) 8- L'arrembante prestazione di   Darko manda alle corde il Bologna . Non meno di dieci discese incontenibili sulla fascia. Assist al bacio per il pareggio. Poi anche lui deve fare i conti con un super portiere. Pessina 6- Mezzo punto in meno per l’errore, sul finire del primo tempo, quando, solo, di testa mette alto al limite dell’area piccola. Zaccagni 7- Purtroppo incorre in un giallo che lo costringerà in tribuna contro il Lecce. Dialoga alla grande con Lazovic e mette in continua apprensione i difensori tanto da costringere Bani al secondo giallo. Di Carmine 6,5- Lotta con determinazione contro Danilo che s’inventa una deviazione incredibile su un suo colpo di testa destinato alla rete, poi trova anche lui ostacolo insormontabile con una doppia deviazione mostruosa, Skorupski. (Pazzini s.v- Entra nel recupero. Finisce a terra per un abbraccio maligno di Danilo. L’arbitro lo incolpa del fatto ma, le riprese televisive, gli danno ragione era rigore.)