Boccone amaro per la Virtus Verona, che cede contro il Feralpisalò (Virtus Verona/Feralpisalò 0-1)


Altro boccone amaro per la Virtus Verona. Contro il Feralpisalò arriva un altro ko per i rossoblù che stanno archiviando un mese di gennaio davvero amaro. Aveva ragione Gigi Fresco ad essere preoccupato alla vigilia del match, dove pesavano i due punti persi contro Cesena e la sconfitta contro il Padova. Con la formazione bresciana sarebbe stato importante riprendere a far punti e purtroppo non è stato così: ora bisognerà non abbattersi e provare questo mercoledì a raddrizzare in undici minuti lo svantaggio subito contro il Gubbio, altrimenti sarà la terza sconfitta in questo girone di ritorno.

Tornando alla sfida contro il Feralpisalò, nel primo tempo ci si mette anche la sfortuna ed è il palo a impedire a Odogwu di gioire per il possibile vantaggio dopo 16'. Così dal possibile gol fatto arriva quello subito: è il 37' e una magistrale punizione di Guidetti non lascia scampo a Sibi. La Virtus Verona non ci sta ed è ancora Odogwu protagonista, questa volta in positivo: è lui il più lesto a ribattere in rete la prima conclusione sulla traversa di Danti e si va al riposo sul risultato di parità. Nella ripresa, il Feralpisalò ritrova il vantaggio con Scarsella alla mezz'ora. I rossoblù non si arrendono e si spingono in avanti alla ricerca del pareggio; è un vero e proprio assalto, ma alla fine il pareggio non arriva.

Nelle altre gare, il Lanerossi Vicenza si sbarazza pure del Rimini e prosegue la marcia verso la Serie B; la Triestina cala il poker contro il Cesena mentre il Padova di Andrea Mandorlini pareggia in trasferta contro il Carpi; si segnala poi il colpaccio per il Gubbio  che fa la voce grossa contro l'A.J. Fano.