ART Breaking NEWS

Brahim El Hamich, l'eterno del Real Grezzanalugo


Una lunga militanza nel Lugo Valpantena per l'attaccante Brahim El Hamich. E' uno di quei pochi giocatori del nostro calcio dilettante che sono ancora oggi legati al club d'origine e per loro il tempo sembra non passare mai. Confessa l'attaccante del Real Grezzanalugo: "Sono ventiquattro anni che gioco a calcio ed è la mia grande passione dopo la famiglia. Nonostante quest'anno io compia trentasette anni, non ho nessuna intenzione di smettere e cerco di dare il massimo e cerco di supportare i miei compagni a ottenere risultati positivi".

El Hamich racconta i suoi esordi: "La mia attività calcistica è iniziata nel 1995 nella squadra giovanissimi del Lugo Valpantena e in pratica sono sempre stato qui ad eccezione delle stagioni 2006-07 e 2007/08  nelle quali ho militato nell'Alba Primavera e nel Sant'Anna d'Alfaedo ed infine nel 2012-13 quando sono stato nel Real Grezzana". Diversi sono gli allenatori avuti e l'attaccante prosegue: "Difficile ricordare tutti, perché ognuno mi ha lasciato qualcosa da Domenico Veronesi per proseguire con Alessandro Menini, Rino Sestan, Michael De Santis e l'attuale Antonio Ferronato".

Tanti i gol segnati da El Hamich, ma lui ne ricorda uno in particolare: "Erano le ultime giornate della stagione 1998-99 e il Lugo Valpantena lottava per restare nel campionato di Promozione. Affrontammo la Virtus Verona di Gigi Fresco e mister Veronesi mi mandò in campo a pochi minuti dalla fine. Avevo solo diciassette anni e segnai di testa il gol del pareggio. Tutti i miei compagni mi abbracciarono e io dall'emozione piansi: ancora non ci credevo che avevo segnato".

Egli parla del suo attuale ruolo nel Real Grezzanalugo: "Sono sempre stato una prima punta, ma ora seguendo la disposizione tattica di mister Ferronato, faccio l'esterno e aiuto di più la squadra. Se devo essere sincero, all'inizio ero perplesso sulla mia nuova posizione in campo, ma con il tempo ho saputo svolgere anche questo ruolo. Antonio Ferronato è un allenatore molto preparato e sa dare le giuste motivazioni: si vede che è spinto da una grande passione e vuole il massimo da noi".

L'attenzione di El Hamich si sposta sull'analisi del girone A di Prima Categoria: "E' un campionato pazzesco con tante squadre nel giro di pochi punti e basta poco per trovarsi in alto o addirittura nelle ultime posizioni. Il Pescantina Settimo è in testa, ma in questo ritorno sta facendo fatica e con noi l'ha spuntata solo su rigore vendicando così la sconfitta dell'andata".

Spostando poi l'attenzione sul Real Grezzanalugo, conclude: "Il nostro obiettivo è e resta la salvezza, possibilmente senza soffrire come nella passata stagione. Se dovessimo raggiungerla prima della fine del campionato, possiamo poi pensare di toglierci qualche soddisfazione".