Canotto non evita che il Chievo anneghi a Venezia


Semper 6,5 – Non ha colpe sulle reti subite per il resto si disimpegna bene. Mogos 6- Quando avanza è sempre molto propositivo soffre la fantasia di Di Mariano (Bertagnoli s.v- Nel finale buon lancio per Margiotta che non aggancia.) Leverbe 5- Il fallo che porta al rigore è troppo grave per portarlo alla sufficienza anche se per il resto della gara offre una discreta prestazione. Gigliotti 6- La sua parte la fa con ordine e precisione. Cerca anche di costruire dal basso. Cotali 5,5-In fase difensive soffre le accelerazioni prima di Aramu poi di Johnsen.) Garritano 6- Dopo un buon avvio per lentamente colpi, si fa anche ammonire, il vero Garritano è un altro. (Giaccherini s.v- Torna dopo quasi due mesi a giocare sul campo dove lo scorso anno fece scintille. Bentornato Giak.) Palmiero 6- È sempre lui che dirige l’orchestra clivense ma, talvolta, i compagni non interpretano bene le sue iniziative. Viviani 6- Gioca più di contenimento che di spinta.  (Obi s.v- Esperienza per l’assalto finale.) Di Gaudio 5,5-Un altro che si è perso e non riesce a ritrovarsi. (Fabbro s.v- La sua vivacità non da i risultati sperati.) Canotto 6,5 (foto) – Mezzo punto in meno per l’errore commesso, nel primo tempo, sul servizio di Mogos a pochi metri dalla porta. Ha il merito di riaprire la gara. Djodjevic 5- In campo per l’indisponibile De Luca, altra prova opaca, nonostante l’impegno. (Margiotta 6- Questa volta non fa il miracolo, servito poco, quelle volte che gli arriva una palla buona è lui a non controllarla.)