Carnevale: il Coordinamento ricorda le maschere veronesi


(Ascolta la Conferenza Stampa) Sono state presentate oggi, martedì 15 giugno nella Loggia di Fra’ Giocondo al Palazzo Scaligero, le iniziative del Coordinamento dei Comitati carnevaleschi della provincia di Verona per il 2021. Sono intervenuti: il Presidente della Provincia, Manuel Scalzotto; la Presidente del Coordinamento, Loretta Zaninelli; il Vicepresidente Antonio Soffiati e il Direttore del Pastificio Avesani, Alessandro Chiarini. Erano, inoltre, presenti dieci maschere di altrettante località veronesi. Per proseguire le attività, nonostante il fermo dei festeggiamenti dovuti all’emergenza Covid-19, il Comitato ha presentato una pubblicazione per raccontare il Carnevale in territorio scaligero: un opuscolo che elenca le maschere e i carri allegorici dei diversi comitati. Si potranno così scoprire, ad esempio, i Capitani del Lago di Malcesine, lo Tzigano da Lugagnano, Donna Martina di San Martino Buon Albergo, Regina Scarpetta da Rivoli, Re de la Stordella di San Zeno di Montagna e il Paron de la Tore da Oppeano. Ad arricchire il testo, l’elenco dei comitati, pro loco e associazioni che da sempre organizzano i festeggiamenti. Manifestazioni che coinvolgono, oltre il territorio veronese, alcuni gruppi e località delle province limitrofe. L’opuscolo verrà distribuito dal Coordinamento ai vari associati iscritti nelle prossime occasioni di ritrovo. Durante l’incontro di oggi è stato, inoltre, presentato il progetto “Sorrisi Speciali”: un Dvd realizzato con le fotografie dei vari comitati carnevaleschi il cui ricavato andrà a sostegno di iniziative benefiche, in sostituzione della tradizionale cena di apertura a scopo solidale del mese di gennaio, anch’essa sospesa per l’emergenza Covid-19. Presidente della Provincia, Manuel Scalzotto: “È un piacere vedere qui, per la prima volta quest’anno, alcune delle maschere veronesi. Ho sempre apprezzato e vissuto il Carnevale, un momento di divertimento, di amicizia e solidarietà, costruito giorno per giorno dai tanti volontari e appassionati scaligeri”. Presidente del Coordinamento, Loretta Zaninelli: “La pandemia ci ha costretti a una lunga pausa, ma abbiamo ritenuto necessario non perdere questi mesi e utilizzarli per far conoscere il Carnevale della nostra provincia ai veronesi. L’opuscolo vuole diffondere una cultura che permetta a tutti, dai più piccoli agli adulti, di farsi un’idea più compiuta della grande ricchezza di maschere e carri del nostro territorio. In tanti luoghi essi rappresentano motivo di orgoglio per le comunità locali, hanno una storia, una tradizione, delle radici”.