ART Breaking NEWS

ChievoVerona, dopo Bologna, siamo ai titoli di coda


Ennesima battuta d’arresto del ChievoVerona che cade, dopo una buona ora di gioco, al Dall’Ara contro il Bologna. Di Carlo cerca di rimescolare le carte con Depaoli e Barba, esterni, Bani e Andreolli, centrali, Kiyine, Rigoni e Dioussé, a centrocampo, Vignato, Stepinski e Leris, in avanti. Parte subito forte il Bologna che prima del decimo va in goal con Orsolini, su lancio di Soriano. L’ex Ascoli, scavalca Sorrentino ma Depaoli interviene e manda sulla traversa favorendo il tap in del giocatore bolognese. Il Var, forse per la prima volta nell’anno, è dalla parte del Chievo segnalando la partenza in fuorigioco dell’autore della rete. Per tutto il primo tempo sembra un tiro al bersaglio alla porta ma Sorrentino si veste da Superman sventando in tutti i modi, anche con i piedi, le incursioni di Palacio, dello stesso Orsolini. La ripresa vede sempre il Bologna in forcing ma, come spesso accade, l’occasione più clamorosa è del Chievo. Poco prima del ventesimo un gran tiro dalla distanza di Dioussé è respinto sui piedi di Bani che si trova a due passi dal portiere, ma il difensore appoggia debolmente il pallone fra le braccia dell’estremo difensore che ringrazia. Passano due minuti e il Chievo capitola. Soriano s’incunea in area fra Barba e Andreolli con l’ex cagliaritano che lo ostacola in modo scorretto. Rigore che Pulgar trasforma con un forte tiro solo toccato da Sorrentino. Dopo poco più di sessanta secondi nuovo penalty per i felsinei. Questa volta è Orsolini che, contrastato da Bani, si lascia cadere, un po’ troppo platealmente, dopo il tocco del difensore, ma in modo sufficiente per convincere l’arbitro a indicare nuovamente il dischetto. Ancora Pulgar, che questa volta cambia angolo, e raddoppia. Di Carlo richiama prima Kiyine per Giaccherini quindi Depaoli per Pucciarelli ma, a dieci dalla fine, Bani conclude la sua disastrosa prestazione beccandosi in secondo giallo, fallo su Palacio, e, quindi, doccia anticipata. A questo punto fuori Vignato per Cesar. Quasi al novantesimo doppio scambio Sansone Dijks che, dalla sinistra, beffa Sorrentino, sul primo palo. Domenica prossima, al Bentegodi, con il Napoli potrebbe essere messa la parola fine a questo disgraziato, tormentato e nefasto campionato del ChievoVerona.