Curiosità sulla nuova stagione 2019/20 nei dilettanti


E' ancora presto per sapere come saranno collocate le nostre squadre veronesi nella prossima stagione 2019/20 e tutto dipenderà da una serie di fattori come i ripescaggi o le eventuali fusioni tra società.

In Serie D, al momento Verona  conterà quattro squadre: Ambrosiana, Caldiero Terme, Vigasio e Villafranca e gli unici dubbi riguardano le posizioni di Virtus Verona e Legnago Salus con la prima che potrebbe essere riammessa in Serie C e la seconda in Serie D. 

Spostando l'attenzione al campionato d'Eccellenza, la prossima stagione sarà caratterizzata da solo sette squadre veronesi che potrebbero ridursi a sei nel caso in cui il Legnago Salus venisse riammesso al campionato di Serie D. L'est sarà rappresentato da Belfiorese e San Martino Speme, il lago dal Garda, la zona del Valpolicella dal Valgatara e a completare l'Eccellenza ci saranno Sona Calcio e Team Santa Lucia Golosine.

Il campionato di Promozione potrebbe essere tutto veronese e la bassa "abbraccia" l'Isola Rizza e l'Atletico Città di Cerea; tra le altre formazioni si inseriscono la retrocessa San Giovanni Lupatoto e le neo promosse Pescantina Settimo e Montorio. 

In Prima Categoria il lago sarà rappresentato dal solo Malcesine, dopo le retrocessioni di Calmasino e Peschiera. Caselle, Castel d'Azzano e Scaligera rappresentano i graditi ritorni, mentre la zona del Valpolicella si arricchirà con la presenza del San Peretto che nella sua storia non è mai stato in Prima Categoria.   

In Seconda Categoria, tanta curiosità ruoterà attorno alle squadre di quartiere promosse dalla Terza ossia Borgo Trento e Saval Maddalena mentre in Terza le due formazioni della bassa nate dalle ceneri del SanguinettoVenera: da una parte il ritorno del Venera e dall'altra l'Asd Reunion Sanguinetto.