ART Breaking NEWS

Di Carmine, Empereur e il doppio Pazzini fanno volare l'Hellas


Silvestri 7– Miracoloso su Sadiq sullo zero a zero, poi da sicurezza a tutta la difesa. Nulla può sul rigore. Faraoni 7- Inizia un po’ contratto beccandosi un’ammonizione forse troppo fiscale. Perfetto l’assist a Di Carmine per il vantaggio. Tiene con bravura la sua zona e, appena può, spinge con gagliardia.  Dawidowicz 6,5- Inizia facendo tremare i tifosi per un affrettato retropassaggio a Silvestri, cresce con il passare dei minuti e ingaggia un bel duello con Sadiq.    Empereur 7- Mezzo voto in meno per l’errore che mette Sadiq davanti a Silvestri. Tutto poi scompare con la gioia del primo goal da professionista con una bordata di rara potenza che toglie le ragnatele dall’incrocio. Vitale 6- Inizia spingendo con decisione ma crea scompensi al reparto arretrato quindi limita le avanzate.  Henderson 5- Per quasi novanta minuti bene, sembra aver ritrovato le giocate d’inizio campionato, poi l’ingenuo e inutile intervento che porta al rigore del pareggio. Fatica a riprendersi nei supplementari.  Gustafson 6,5- Un deciso passo in avanti rispetto ad alcune scialbe prestazioni dell’era Grosso. Velocizza i movimenti e, nel finale fa valere la sua prestanza fisica. Zaccagni 7- Sicuramente il migliore in campo. Grinta, velocità, abnegazione tutte caratteristiche che lo portano a essere il fulcro della squadra. (Colombatto 6- Forza fresca e anche un tocco di classe per il finale che poteva diventare rovente.) Matos 6- In serie B dovrebbe fare la differenza. Si accende a intermittenza. (Lee 7- L’assist per il goal di Pazzini è un’autentica perla). Di Carmine 7,5- La prontezza con cui si gira e fulmina il portiere meriterebbe la lode purtroppo sbaglia il goal del raddoppio che avrebbe chiuso la gara a inizio secondo tempo. (Pazzini 7,5- Entra negli ultimi dieci minuti e, proprio sul finire del tempo solo una miracolosa deviazione di Gabriel gli nega la gioia del successo nei tempi regolamentari. Sfiora ancora il goal in apertura dell’extra time su punizione di Laribi ma, alla fine di testa e di piede, segna una stupenda e meritata doppietta.) Laribi 6,5- Tolto dall’isolamento nel quale era stato messo per l’intero campionato torna a essere l’uomo ovunque. Talvolta non precisissimo ma corre e lotta per tutta la gara. (Tupta s.v.- Solo la gioia di essere in campo al triplice fischio.)